Una Nuova Era per l’Energia Solare in Burkina Faso






Una Nuova Era per l’Energia Solare in Burkina Faso

L’Impatto di un Prestito Strategico

Il parlamento di transizione del Burkina Faso ha recentemente dato il suo consenso a un accordo di prestito convenzionale del valore di €45,7 milioni con la Export-Import Bank of China. Questo finanziamento sarà destinato allo sviluppo dell’impianto solare di Donsin e del relativo sistema di accumulo di energia elettrica.

Una Collaborazione Internazionale Decisiva

In un momento cruciale per le collaborazioni internazionali del Burkina Faso, la Cina ha esteso un prestito di 30 miliardi di franchi CFA (equivalenti a €45,7 milioni) per rafforzare la strategia energetica del paese. L’accordo di prestito, stipulato nel settembre 2023 tra il governo burkinabé e la Export-Import Bank of China, è stato recentemente approvato dall’Assemblea Legislativa di Transizione (ALT), composta da 71 deputati.

Dettagli del Progetto

Il progetto, approvato dal Consiglio dei Ministri il 9 febbraio 2024 sotto la guida del Presidente Ibrahim Traoré, prevede la costruzione di un impianto solare da 25 MWp presso il sito dell’aeroporto di Donsin, nel distretto di Loumbila, al centro del Burkina Faso. Inoltre, l’impianto sarà dotato di un sistema di accumulo di energia elettrica da 5 MW/20 MWh.

Attraverso questo sforzo, il Ministero dell’Energia, delle Miniere e delle Cave del Burkina Faso mira a migliorare l’affidabilità energetica dell’aeroporto di Donsin mentre aumenta la capacità complessiva di generazione di energia del paese, attualmente pari a 714,4 MW.

È interessante notare che 220 MW di questa capacità sono importati. Nel 2023, la Compagnia Nazionale di Elettricità del Burkina Faso (SONABEL) aveva previsto di importare 300 MW dalla Costa d’Avorio e dal Ghana per soddisfare la domanda di elettricità.

Un Leader nella Produzione di Energia Solare

Il Burkina Faso si distingue come un leader nella produzione di energia solare all’interno della rete dell’Africa occidentale, con una capacità installata di 92 MWp, superando paesi vicini come la Mauritania (84 MWp), la Costa d’Avorio (37 MWp) e il Mali (50 MWp). Il completamento della centrale solare di Donsin, previsto entro 15 mesi, è destinato a rafforzare l’autonomia energetica del Burkina Faso.

Conclusioni

Questa notizia rappresenta un passo importante per l’Africa e per lo sviluppo del continente. Il progetto non solo potenzierà l’infrastruttura energetica del Burkina Faso, ma servirà anche da modello per altri paesi africani che cercano di sfruttare le energie rinnovabili per raggiungere l’autosufficienza energetica e promuovere lo sviluppo sostenibile.


Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito