Opportunità di investimento per l’industria tessile in Uganda







Opportunità di investimento per l’industria tessile in Uganda

Kam Hing International Holdings Limited, un rinomato produttore di tessuti a maglia e filati colorati nel mondo, ha espresso interesse nel creare uno stabilimento produttivo in Uganda. Il signor Tai Chin Wen, proprietario dell’azienda con sede ad Hong Kong ma con presenza in diversi paesi, inclusi gli Stati Uniti, si è detto pronto a visitare l’Uganda e incontrare funzionari governativi per discutere i dettagli dell’investimento. Il signor Wen ha richiesto garanzie su un clima favorevole agli investimenti.

Il presidente del comitato consultivo presidenziale sugli esportazioni e lo sviluppo industriale (PACEID) dell’Uganda, Odrek Rwabwogo, ha assicurato all’azienda un clima favorevole agli investimenti. Ha sottolineato la presenza di una forza lavoro giovane e altamente istruita, forniture elettriche a basso costo e la prospettiva di un’industria chimica petrolifera in crescita che potrebbe fornire coloranti per il settore del cotone.

La delegazione commerciale e per le esportazioni del PACEID ha visitato lo stabilimento tessile, constatando il successo dell’azienda che impiega oltre 5.000 persone e ha un fatturato annuo di circa 600 milioni di dollari. Tuttavia, l’Uganda continua a esportare circa il 90% del suo cotone in forma non processata, causando una perdita di miliardi di scellini in entrate.

Un’eventuale partnership con Kam Hing International potrebbe rappresentare una svolta per l’industria tessile ugandese, consentendo di sfruttare al massimo le risorse locali e creare opportunità occupazionali significative. L’arrivo di investitori stranieri come Mr Wen potrebbe dare impulso all’economia del paese e favorire lo sviluppo industriale, ponendo le basi per una maggiore competitività nel mercato globale.

L’Uganda dovrà ora garantire un ambiente favorevole agli investimenti esteri, con un’attenzione particolare alla stabilità elettrica, alla sicurezza e alla fornitura di materie prime. Se il paese riuscirà a fornire queste garanzie, potrà attrarre ulteriori investimenti che contribuiranno alla crescita economica sostenibile.

In conclusione, l’apertura di nuove prospettive di investimento nel settore tessile potrebbe essere un importante passo avanti per l’Uganda e per l’intero continente africano, creando opportunità di crescita economica e sviluppo industriale che andranno a beneficio di tutta la comunità.


Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito