La Banca Centrale del kenia alza i tassi per cercare stabilizzare lo scellino

La Banca Centrale del Kenya ha annunciato un significativo aumento dei tassi di interesse martedì, con l’obiettivo di stabilizzare la valuta dello scellino, il cui deprezzamento ha generato difficoltà economiche. Il comitato per la politica monetaria ha aumentato il tasso di interesse di 200 punti base al 12,5 percento, il primo rialzo dal mese di giugno quando era stato incrementato di 1 punto percentuale, rappresentando il più grande aumento dal 2011, secondo quanto riportato da Bloomberg.

Il comitato per la politica monetaria ha dichiarato: “È necessario adeguare l’orientamento della politica monetaria per affrontare le pressioni sul tasso di cambio e mitigare gli effetti di secondo livello. Ciò garantirà che le aspettative inflazionistiche rimangano ancorate, stabilendo un percorso decrescente dell’inflazione verso il punto medio del 5 percento della fascia obiettivo.”

La Banca Centrale ha inoltre dichiarato: “Il comitato per la politica monetaria è pronto ad adottare ulteriori misure restrittive della politica monetaria, se necessario, per garantire la stabilità dei prezzi e del tasso di cambio”. La banca ha aggiunto che il comitato si riunirà nuovamente nel febbraio 2024.

A novembre, l’inflazione ha registrato una leggera diminuzione al 6,8 percento su base annua, rispetto al 6,9 percento di ottobre. La Banca Centrale ha sottolineato martedì che la deprezzamento del tasso di cambio ha contribuito per il 3,0 percento alla lettura di novembre.

Lo scellino keniota si è indebolito di quasi il 20 percento rispetto al dollaro quest’anno, diventando una delle valute peggio performanti in Africa, poiché gli investitori hanno esitato di fronte alla possibile restituzione di un eurobond da 2 miliardi di dollari a giugno.

Questa debolezza è stata registrata nonostante il sostegno finanziario aggiuntivo del Fondo Monetario Internazionale, che il mese scorso ha concesso l’approvazione preliminare per un ulteriore finanziamento di 938 milioni di dollari per sostenere le riserve della nazione dell’Africa orientale. – Business Insider Africa

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito