La MIGA aumenta le garanzie per un progetto geotermico da 50 MW in Etiopia

La Multilateral Investment Guarantee Agency (MIGA) della Banca Mondiale ha aumentato le garanzie per un progetto geotermico da 50 MW in Etiopia, rappresentando la prima fase di una pianificata centrale elettrica geotermica da 150 MW.

Le garanzie sono state emesse nel 2021 a Tulu Moye SAS di Francia per coprire i suoi investimenti patrimoniali e quasipatrimoniali in Tulu Moye Geothermal Operations Plc, l’azienda etiope che sta costruendo la centrale geotermica nella regione statale di Oromia, contro i rischi di inadempienza contrattuale, espropriazione e guerra e disordini civili per un periodo fino a 15 anni. La somma originale di 67,5 milioni di dollari è stata ora aumentata a 117 milioni di dollari (108 milioni di euro), ha dichiarato la MIGA mercoledì.

Il progetto prevede la progettazione, lo sviluppo, la costruzione, il funzionamento e la manutenzione della fase da 50 MW, che venderà la sua produzione all’azienda di proprietà statale Ethiopian in base a un accordo di acquisto di energia della durata di 25 anni. La struttura contribuirà a diversificare le risorse energetiche dell’Etiopia oltre all’energia idroelettrica, che rende il paese suscettibile alla siccità.

La prima fase è prevista per essere operativa entro la fine dell’anno. La seconda fase prevede lo sviluppo di 100 MW nei prossimi cinque anni.

La MIGA ha dichiarato di aver utilizzato anche la struttura di garanzia MIGA della finestra del settore privato IDA, che fornisce uno strato di prima perdita condiviso fino a 40,95 milioni di dollari, di cui la quota dell’IDA è di 32,76 milioni di dollari. (1 dollaro = 0,922 euro)

In un contesto in cui l’energia sostenibile è sempre più al centro dell’attenzione, investimenti come questo rappresentano un importante passo avanti per l’Etiopia e per l’Africa nel complesso. L’energia geotermica è una fonte pulita e affidabile, e il suo sviluppo contribuirà significativamente alla riduzione delle emissioni di gas serra e all’indipendenza energetica del paese.

Inoltre, l’impiego di tecnologie e infrastrutture moderne per la produzione di energia contribuirà alla creazione di posti di lavoro e al trasferimento di conoscenze, migliorando ulteriormente la sostenibilità del progetto e il benessere delle comunità locali.

Il supporto della MIGA e della Banca Mondiale è fondamentale per garantire la riuscita di progetti di questa portata, generando fiducia negli investitori e riducendo i rischi associati a investimenti in mercati emergenti come l’Africa.

Con la fase uno del progetto che si prevede di entrare in funzione entro la fine dell’anno, l’Etiopia sta dimostrando un impegno concreto verso un futuro energetico più sostenibile e indipendente, aprendo la strada a nuove opportunità per lo sviluppo economico e sociale del paese.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito