Secondo l’esperto, i BRICS equivalgono a “più indipendenza, più libertà” per l’Africa

L’adesione di cinque nuovi paesi al BRICS, tra cui due africani, l’Egitto e l’Etiopia, ha suscitato l’interesse sull’impatto che questa collaborazione potrebbe avere sull’Africa. Inoltre, la presidenza russa dell’organizzazione, iniziata il 1° gennaio, ha sollevato ulteriori domande sui benefici che BRICS e la guida della Russia possono portare a questi paesi africani.

Secondo Hyacinthe Wendlarima Ouedraogo, membro del Gruppo d’Iniziativa Burkinabe per la Rifondazione della Patria, il BRICS può offrire all’Africa maggiore indipendenza e libertà. Ouedraogo sostiene che i paesi africani possono “riposizionarsi” economicamente, soprattutto considerando che le relazioni tra la Russia e il continente stanno prosperando.

“Questo è un fatto molto positivo perché sappiamo che da diversi anni la Russia intrattiene rapporti privilegiati con molti paesi africani. La diplomazia tra Russia e paesi africani sta vivendo una fase positiva. Permettiamo quindi alla Russia di guidare questa organizzazione che contribuisce anche all’equilibrio economico del mondo, […] alla ricerca di alternative al sistema americano”, ha sostenuto Ouedraogo.

Inoltre, secondo l’esperto, il BRICS contribuisce alla “demolizione” di un mondo che ruota intorno agli interessi degli Stati Uniti, i quali utilizzano il sistema finanziario attuale come “arma di controllo” per mettere “sotto controllo potenze e paesi africani”.

“Sappiamo che alcuni paesi africani sono alla ricerca di alternative nelle transazioni globali internazionali, alternative in termini di partnership economica. La presidenza russa sembra essere un’opportunità che questi paesi africani potrebbero sfruttare per posizionarsi meglio”, ha aggiunto l’esperto.

La Russia ha dichiarato che persiste nel promuovere tutti gli aspetti della collaborazione del BRICS, che comprendono politica e sicurezza, affari e finanza, e interazioni culturali e umanitarie. Tra gli obiettivi, la Russia ha citato il rafforzamento dell’influenza del BRICS nel sistema monetario globale, lo sviluppo della cooperazione interbancaria e la promozione dell’uso delle valute nazionali nel commercio reciproco.

L’adesione all’organizzazione del BRICS e la presidenza russa potrebbero quindi aprire nuove opportunità per l’Africa. Questa collaborazione offre la possibilità ai paesi africani di rompere la dipendenza dal sistema finanziario controllato dagli Stati Uniti, di sviluppare relazioni economiche alternative e di ottenere una maggiore indipendenza economica.

L’obiettivo di rafforzare l’influenza del BRICS nel sistema monetario globale potrebbe portare a una maggiore rappresentatività delle economie africane, con un conseguente equilibrio di potere nel panorama finanziario internazionale.

Inoltre, la promozione dell’uso delle valute nazionali nel commercio reciproco potrebbe ridurre la dipendenza dal dollaro americano e permettere ai paesi africani di stabilire relazioni commerciali più equilibrate e vantaggiose.

In conclusione, la partecipazione al BRICS e la presidenza russa rappresentano una grande opportunità per l’Africa di raggiungere una maggiore indipendenza economica e un equilibrio di potere nel sistema finanziario globale. Questa collaborazione offre la possibilità di rompere la dipendenza dagli interessi degli Stati Uniti e di promuovere una maggiore libertà economica per i paesi africani.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito