La Banca Mondiale presenta un piano da 5 miliardi di dollari per le energie rinnovabili in Africa

La Banca Mondiale destinerà 5 miliardi di dollari per fornire “elettricità affidabile, accessibile e rinnovabile” a 100 milioni di africani entro la fine del decennio, ha annunciato mercoledì il presidente dell’istituto di sviluppo.

La Banca Mondiale stima che attualmente circa 600 milioni di persone in Africa non abbiano accesso a un’elettricità affidabile, un fattore chiave che ostacola la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico nel continente.

Per raggiungere il nuovo obiettivo di alleviare la povertà su un “pianeta vivibile”, ha affermato Ajay Banga, la Banca Mondiale deve trovare modi per collegare più persone a una rete energetica più ecologica. L’elettricità “dovrebbe essere per tutti”, ha dichiarato durante un incontro dell’International Development Association (IDA) – il finanziatore agevolato della Banca Mondiale per alcuni dei paesi più poveri del mondo – a Zanzibar, in Tanzania, mercoledì.

“Con 5 miliardi di dollari da IDA, siamo in missione per fornire elettricità affidabile, accessibile e rinnovabile a 100 milioni di africani entro il 2030”, ha detto Banga.

Oltre all’impegno di IDA, la Banca Mondiale sta cercando di ottenere altri 10 miliardi di dollari di finanziamenti pubblici e privati per aiutare il progetto, ha aggiunto.

Il piano prevede la modernizzazione delle reti esistenti, lo sviluppo dell’energia solare, il miglioramento dell’affidabilità e il potenziamento del commercio transfrontaliero di energia, ha spiegato.

“Dobbiamo trovare un modo per finanziare un mondo diverso, in cui il clima sia protetto e la povertà sia sconfitta”, ha affermato.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito