L’Africa in ascesa: Kenya, Costa d’Avorio e Ruanda prevedono una crescita economica nel 2023

- Advertisement -
Kenya, la Costa d’Avorio e il Ruanda sono le economie africane che registrano la crescita più rapida nel 2023. La loro forte performance economica è dovuta a politiche macroeconomiche solide, investimenti nell’infrastruttura e nel capitale umano, e una base economica diversificata. Il rapporto della Banca Mondiale rappresenta un segnale positivo per l’economia africana, con una previsione di accelerazione della crescita nel prossimo periodo.

Il rapporto della Banca Mondiale attribuisce la forte performance economica del Kenya, della Costa d’Avorio e del Ruanda a una serie di fattori, tra cui politiche macroeconomiche solide, investimenti nell’infrastruttura e nel capitale umano, e una base economica diversificata. Il rapporto sottolinea anche che i tre paesi sono stati relativamente meno colpiti dalla recessione economica globale e dalla guerra in Ucraina.

In Kenya, la crescita rimane resiliente quest’anno nonostante le tensioni politiche, in parte causate dall’aumento del costo della vita. L’attività economica in Kenya aumenterà del 5% nel 2023, rispetto al 4,8% del 2022, grazie all’espansione dell’agricoltura e all’aumento del consumo privato. Il perseguimento dell’obiettivo di ridurre l’inflazione all’interno della fascia target e la consolidazione fiscale rimangono cruciali per raggiungere la stabilità macroeconomica e favorire una crescita trainata dal settore privato.

In Costa d’Avorio, la più grande economia dell’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale (UEMOA), il PIL reale è cresciuto del 5,4% su base annua nel primo trimestre del 2023, rispetto al 5,3% del trimestre precedente. Gli indicatori più recenti dell’attività economica indicano una prospettiva più positiva per il secondo trimestre. La crescita della produzione industriale si è accelerata notevolmente a maggio, grazie a una robusta attività manifatturiera, in particolare nel settore alimentare e delle plastiche. Anche la produzione di elettricità, gas e acqua si è accelerata a maggio.

L’economia del Ruanda ha avuto un forte inizio nel 2023, con un aumento del PIL del 9,2% su base annua nel primo trimestre. Questa crescita è stata trainata dal consumo privato e dalle maggiori esportazioni nette, anche se gli investimenti sono diminuiti a causa degli sforzi di consolidamento fiscale. I servizi ad alta intensità di contatto e il settore manifatturiero hanno contribuito a una crescita accelerata, mentre l’agricoltura è stata frenata dalle condizioni meteorologiche sfavorevoli.

Il rapporto della Banca Mondiale rappresenta un segnale positivo per l’economia africana nel suo complesso. Si prevede che la crescita nella regione si accelererà nel prossimo periodo, supportata dalla ripresa della produzione e del commercio globale, dall’abbassamento dell’inflazione globale e dal graduale miglioramento delle condizioni finanziarie globali.

Inoltre, un gruppo di paesi si distingue come performer consolidati, tra cui Capo Verde, l’Etiopia, Mauritius e l’Uganda. Altri paesi, come il Benin, il Botswana, la Repubblica Democratica del Congo, la Guinea, il Kenya, la Liberia, la Mauritania, il Niger, il Senegal e il Togo, stanno mostrando un miglioramento delle loro performance economiche.

Tuttavia, alcuni paesi stanno registrando una diminuzione dei tassi di crescita, tra cui l’Angola, il Burkina Faso, il Ciad, la Guinea Equatoriale, il Ghana, il Lesotho, il Mali, il Malawi, la Nigeria, São Tomé e Príncipe e lo Zambia.

Infine, alcuni paesi stanno rimanendo indietro nelle loro performance economiche, tra cui il Burundi, la Repubblica Centrafricana, la Repubblica del Congo, le Comore, il Gabon, il Sudan e il Sud Africa.

Questo rapporto della Banca Mondiale fornisce uno sguardo approfondito sull’economia africana e offre importanti spunti per comprendere i trend economici nella regione. Sia i paesi in crescita che quelli che stanno affrontando sfide economiche possono trarre benefici da queste analisi per adottare politiche efficaci e promuovere uno sviluppo sostenibile.

- Advertisement -

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito