L’Ungheria si impegna nel contrasto alla migrazione e nell’assistenza umanitaria: una missione militare in Ciad

Il governo ungherese invierà una missione militare in Ciad con l’obiettivo di contribuire al controllo della migrazione e fornire assistenza umanitaria, ha dichiarato il ministro della difesa venerdì. “Viviamo in un’epoca piena di minacce. Stiamo assistendo allo svolgimento del secondo grave conflitto armato e all’afflusso di milioni di migranti dall’Africa, dal Medio Oriente e dall’Afghanistan in Europa”, ha detto Kristóf Szalay-Bobrovniczky durante una conferenza stampa, aggiungendo che il terrorismo è diventato anche una minaccia.

Il Ciad, un paese della regione del Sahel, svolge un ruolo chiave nel contenimento della migrazione dall’Africa, ha detto il ministro, sottolineando che le organizzazioni terroristiche sono recentemente diventate più attive nella regione. “Il Ciad è rimasto l’unico stato stabile lì e ospita molti migranti provenienti da altri paesi africani”, ha detto, aggiungendo che l’instabilità nel Ciad potrebbe scatenare un’ondata di altri centinaia di milioni di migranti verso l’Europa.

Ha criticato Bruxelles per il suo fallimento nell’agire per contenere la migrazione e proteggere le frontiere europee “nonostante le ripetute richieste dell’Ungheria fin dall’inizio”. “Nessun passo è stato compiuto negli ultimi otto anni mentre gli immigranti continuano a fluire lungo le rotte migratorie”.

“Il problema sta peggiorando. Quindi dobbiamo fornire aiuto”, ha affermato Szalay-Bobrovniczky. L’Ungheria fornirà l’aiuto richiesto dal presidente ciadiano sotto forma di “un pacchetto complesso” che include assistenza umanitaria, una missione medica e supporto allo sviluppo agricolo.

Ci sono forze statunitensi e francesi in Ciad, ma “l’Ungheria avrà una missione propria”, ha detto il ministro. Un progetto di decreto sulla missione militare, prevista per essere dispiegata nel 2024, sarà presentato al parlamento all’inizio della prossima settimana, ha spiegato il ministro. Se il parlamento lo approva, si darà inizio alle preparazioni per addestrare una forza di almeno 200 truppe.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram 

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito