La Tanzania lancia la prima stazione di gas naturale compresso

La Tanzania ha inaugurato la sua prima stazione di rifornimento integrata di gas naturale compresso (CNG) e centro di conversione. Il progetto pionieristico è considerato un importante passo verso un futuro sostenibile, più verde ed economicamente efficiente per il Paese dell’Africa Orientale.

Chiamato “Master Gas”, è stato sviluppato da TAQA Dalbit, una collaborazione tra TAQA Arabia e JCG Oil and Gas. Situato a Dar es Salaam, mira a rafforzare la volontà della Tanzania Petroleum Development Corporation di aumentare l’uso delle sue riserve di gas naturale, che offre un’alternativa più pulita e economica per i consumatori.

Si tratta della prima di 12 stazioni che TAQA Dalbit ha pianificato di installare nei prossimi anni in Tanzania. Il dottor Doto Mashaka Biteko, Vice Primo Ministro e Ministro dell’Energia della Tanzania, ha presieduto la cerimonia di inaugurazione.

“Stiamo per assistere a un cambiamento trasformativo nel panorama energetico della Tanzania”, ha dichiarato. “La nuova stazione di rifornimento di CNG e il centro di conversione rappresentano un traguardo monumentale da parte di TAQA Dalbit, e dimostrano la capacità tecnologica della nostra nazione e l’impegno per un futuro sostenibile, più verde ed economicamente efficiente.”

Si stima che i veicoli passeggeri alimentati a CNG emettano circa il 25 percento in meno di biossido di carbonio, o CO2. In media, il CNG è il 50 percento più conveniente dei carburanti liquidi.

La stazione di CNG ha una capacità di 11.000 kg di CNG (7.600m² di gas compresso) in grado di servire fino a 800 veicoli al giorno, mentre il centro di conversione avrà la capacità di convertire 1.000 veicoli all’anno.

Pakinam Kafafi, CEO di TAQA Arabia, ha dichiarato che la soluzione economica ed ecologica offerta alla Tanzania contribuirà a migliorare la crescita economica e ridurre le emissioni.

“TAQA Arabia mira anche ad aggiungere maggiore valore ai clienti, sia con la distribuzione di gas naturale, la generazione e distribuzione di energia convenzionale e rinnovabile e altri servizi pubblici forniti dall’azienda”, ha affermato Kafafi.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram 

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito