Il miele tanzaniano sta facendo impazzire il Regno Unito!

I membri dell’Associazione degli esportatori di miele della Tanzania hanno motivo di sorridere, in quanto il governo ha annunciato piani per garantire un mercato per i loro prodotti nel Regno Unito (UK).

Il commissario della Tanzania nel Regno Unito, Mbelwa Kairuki, ha rivelato questo al Daily News il sabato, affermando che il governo si aspetta che gli accordi che permetteranno al miele del paese di accedere al mercato vengano firmati prima del prossimo Summit sugli Investimenti UK-Africa (UK-AIS) previsto per il 23 e 24 aprile 2024 a Londra.

Dopo la finalizzazione dei contratti, l’inviato ha espresso ottimismo che i tanzaniani inizieranno ad esportare miele nel paese europeo l’anno prossimo.

Gli esportatori di miele della Tanzania hanno partecipato al National Honey Show 2023 che si è concluso sabato presso l’ippodromo di Sandown Park nella città di Surrey nel Regno Unito.

Secondo la Commissione della Tanzania nel Regno Unito, il padiglione del paese dell’Africa orientale ha attirato l’attenzione della maggior parte dei visitatori all’esposizione, compresa Anne Princess Royal, sorella del re Carlo.

Un post della Commissione sul suo account ufficiale di X (precedentemente Twitter) ha sottolineato che i visitatori sono rimasti impressionati dalla qualità del miele della Tanzania.

Il diplomatico della Tanzania, Mbelwa, ha detto al Daily News che la Tanzania era l’unico paese dell’Africa presente all’evento.

Ha detto che i campioni di miele della Tanzania che sono stati esposti dai rappresentanti dell’Associazione degli esportatori di miele della Tanzania hanno avuto una forte domanda, e il miele con un peso di 500 grammi è stato venduto fino a 20 sterline britanniche (oltre 60.000/-).

“È a causa della qualità del miele della Tanzania. Il miele nero proveniente da regioni come TABORA è stato molto richiesto”, ha detto l’inviato.

“Congratulazioni all’Associazione degli esportatori di miele della Tanzania per aver osato partecipare all’evento. Hanno imparato molto, soprattutto sulle moderne tecnologie disponibili nel Regno Unito e in altri paesi.”

L’ambasciatore Kairuki ha affermato che l’associazione è riuscita a firmare memorandum d’intesa con gli stakeholder del Regno Unito che permetteranno al settore di beneficiare di vari programmi di sviluppo delle capacità per aumentare la produttività e la qualità.

L’ambasciatore ha incoraggiato i tanzaniani a sfruttare le opportunità offerte dal Developing Countries Trading Scheme (DCTS), che è entrato in vigore il 19 giugno 2023 al posto del Generalised Scheme of Preferences (GSP) del Regno Unito.

Il DCTS è un regime di scambio preferenziale più semplice e generoso che è stato progettato per incrementare il commercio con i paesi in via di sviluppo al fine di sostenere il loro sviluppo.

Il DCTS riduce le tariffe, rimuove condizioni e semplifica le regole commerciali per i paesi in via di sviluppo e beneficia le imprese e i consumatori del Regno Unito riducendo il costo delle importazioni di migliaia di prodotti provenienti da tutto il mondo.

La Tanzania ospiterà il Congresso Mondiale degli Apicoltori che si terrà dal 20 al 25 settembre 2027.

Commentando lo sviluppo, il signor Victor Msoma, un apicoltore su piccola scala a Kisarawe, nella regione di Coast, ha elogiato gli sforzi degli stakeholder ma ha sottolineato che per i locali beneficiare del mercato, dovrebbero esserci capacità per produrre almeno prodotti semilavorati correlati al miele.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito