La Tanzania esporterà anacardi lavorati dal 2026

La Tanzania punta a esportare anacardi lavorati entro il 2026/27 invece di trasportare gli anacardi grezzi fuori dal Paese.

L’ex viceministro dell’Agricoltura Anthony Mavunde ha fatto questa rivelazione di recente nella regione di Tanga, durante una riunione degli operatori del settore degli anacardi 2023.

Ha dichiarato che la missione del governo del Presidente Samia Suluhu Hassan è quella di aumentare il contributo degli anacardi all’economia del Paese e di promuovere in modo significativo i guadagni degli agricoltori attraverso l’aggiunta di valore.

Secondo il Presidente, nel distretto di Nanyamba, nella regione di Mtwara, sono stati stanziati almeno 1.575,5 acri di terreno per la costruzione di cluster industriali per la lavorazione degli anacardi e dei suoi prodotti a partire dall’anno finanziario 2023/24.

Il governo sta facendo tutto questo per garantire che l’anacardo continui a beneficiare gli agricoltori e ad attrarre più valuta estera”. La Tanzania ha guadagnato 226,9 milioni di dollari in esportazioni di anacardi crudi (RCN) nell’anno fiscale 2022/23″, ha dichiarato.

Mavunde, che è stato promosso a ministro per i Minerali in un recente rimpasto di gabinetto del Presidente Hassan, ha affermato che le esportazioni di RCN hanno anche spedito all’estero posti di lavoro, ricchezza degli agricoltori ed entrate governative.

“Questo non può più essere accettato. Per questo motivo, si dovrebbe porre fine a questa situazione entro il 2026/27. Dovremmo garantire che oltre 300.000 tonnellate di RCN vengano lavorate localmente, compreso il trattamento dei gusci delle cashewnut”, ha dichiarato.

I gusci di anacardi trattati producono il liquido di guscio di anacardi (CNSL) che, sottoposto ad altre fasi di trattamento, può essere utilizzato come polvere d’attrito, guarnizioni per freni, rivestimenti per frizioni, materiali compositi per pastiglie dei freni, ecc.

Altri impieghi includono pitture e vernici, smalti, lacche di anacardi, conduttori elettrici, resine di laminazione, resine per la composizione della gomma, cementi di anacardi, polimeri a base di poliuretano, tensioattivi, resine epossidiche, prodotti chimici per rivestimenti anticorrosivi, prodotti chimici per fonderia e intermedi per l’industria chimica.

Durante l’evento, Mavunde ha dichiarato che il governo continua a migliorare i database dei coltivatori di anacardi, a censire le aziende agricole e a contare gli alberi di anacardi attraverso il sistema satellitare.

Il processo prevede la ripresa degli agricoltori, il rilevamento delle impronte digitali biometriche e la fornitura agli agricoltori di speciali numeri di identificazione che consentiranno loro di accedere a servizi chiave, tra cui l’ottenimento di fertilizzanti sovvenzionati e il commercio dei prodotti.

Il presidente del Cashewnut Board of Tanzania (CBT), il generale di brigata Aloyce Mwanjile, ha elogiato il governo per aver definito diverse strategie volte a sostenere l’industria.

“Da parte sua, il Commissario Regionale (RC) di Tanga, Waziri Kindamba, ha affermato che l’opportunità per la regione di ospitare l’incontro del 2023 delle parti interessate del settore è una motivazione per rafforzare la produzione di anacardi.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito