La Tanzania nomina un nuovo ministro dell’Energia per supervisionare lo sviluppo del GNL

Il presidente della Tanzania Samia Suluhu Hassan ha nominato mercoledì un nuovo ministro dell’Energia nell’ambito di un rimpasto di governo, in vista dell’attesa approvazione da parte del governo di un progetto di gas naturale liquefatto (GNL) da 42 miliardi di dollari.

Doto Biteko, in precedenza ministro delle Miniere, sostituirà January Makamba come ministro dell’Energia e diventerà anche vice primo ministro, ha dichiarato il segretario generale Moses Kusiluka in un comunicato.

Makamba, che è stato coinvolto nelle trattative con gli investitori per il progetto LNG, diventerà ministro degli Affari esteri e della Cooperazione con l’Africa orientale.

A maggio, il Ministero dell’Energia ha dichiarato di aver raggiunto un accordo con Equinor (EQNR.OL), Shell (SHEL.L) ed Exxon Mobil (XOM.N) per lo sviluppo di un terminale di esportazione di GNL dopo anni di ritardi.

L’accordo è in attesa di approvazione da parte del Consiglio dei Ministri e la decisione finale di investimento è prevista per il 2025.

Kusiluka non ha fornito motivazioni per il cambio di gabinetto, che ha lasciato il ministro delle Finanze Mwigulu Nchemba al suo posto.

Antony Mavunde diventerà ministro delle Miniere, ha dichiarato Kusiluka. Tra gli altri ministeri che hanno cambiato i vertici ci sono quello della Difesa, dei Lavori e dei Trasporti e quello delle Terre, delle Abitazioni e degli Insediamenti umani.

Le prossime elezioni in Tanzania si terranno nel 2025. Il Presidente Hassan, che ha preso il posto del suo predecessore John Magufuli dopo la sua morte nel 2021, dovrebbe candidarsi per un secondo mandato.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito