Etiopia e Nigeria effettuano uno swap per 100 milioni di dollari di fondi

Le banche centrali di Etiopia e Nigeria hanno effettuato uno swap per l’equivalente di 100 milioni di dollari in fondi bloccati, mentre entrambi i Paesi sono alle prese con una grave carenza di valuta forte.
L’accordo valutario prevede lo scambio delle entrate dell’Ethiopian Airlines dalla Nigeria e dei guadagni della Dangote Cement in Etiopia, dato che le due società hanno lottato per rimpatriare i profitti a causa della carenza di valuta estera in entrambi i Paesi.
L’accordo di scambio consente all’Etiopia di accedere ai fondi bloccati nelle banche nigeriane, mentre la Nigeria ottiene l’accesso al denaro bloccato in Etiopia.
Ethiopian Airlines è il più grande vettore straniero che opera in Nigeria, con un’ampia rete di voli che copre le principali città come Lagos, Abuja e Kano.
La compagnia aerea beneficia di una forte domanda da parte dei viaggiatori nigeriani che si recano all’estero, ma gran parte delle sue entrate sono state bloccate dal momento che la Nigeria sta lottando con una critica carenza di valuta estera, rendendo il cambio l’ultima risorsa.
Dangote Cement è uno dei principali attori del settore edile etiope da oltre un decennio. L’azienda ha la capacità di produrre 2,5 milioni di tonnellate di cemento all’anno.
Tuttavia, poiché Dangote non è riuscita a rimpatriare i suoi profitti in valuta etiope, il denaro ha iniziato ad accumularsi all’interno del Paese, secondo quanto riferito da fonti aziendali.
Con i fondi bloccati in Etiopia, la banca centrale ha infine offerto a Dangote una proposta di scambio di valuta, permettendole di scambiare i birr etiopici in eccesso con dollari statunitensi detenuti da aziende estere che operano in Etiopia.
Secondo i funzionari, lo scambio di valuta consente all’Etiopia di accedere ai fondi bloccati nelle banche nigeriane – tra cui ingenti somme dovute all’Ethiopian Airlines – mentre la Nigeria ottiene l’accesso ai fondi etiopici attraverso la Dangote Cement, una delle principali aziende nigeriane operanti in Etiopia.
Fonti della Banca Centrale d’Etiopia hanno confermato di aver raggiunto un accordo con la controparte nigeriana per condurre un “temporaneo scambio di valute estere”.
Fonti dell’aviazione affermano che l’Ethiopian Airlines ha scambiato 100 milioni di dollari dei 180 milioni di dollari di fondi bloccati in Nigeria con birr della Dangote Cement.
“La Banca Nazionale ci pagherà l’importo equivalente scambiato in birr”, ha dichiarato a The Reporter l’amministratore delegato di Ethiopian Airlines Mesfin Tassew, aggiungendo che non è previsto lo scambio dell’importo rimanente.
Secondo le fonti, Dangote ha ancora oltre 200 milioni di dollari non rimpatriati dall’Etiopia.
Negli ultimi tempi la Nigeria ha dovuto far fronte a una carenza critica di riserve di valuta estera.
La banca centrale nigeriana ha dovuto razionare i dollari per ridurre la pressione sulle sue riserve, che sono scese dal picco di 62 miliardi di dollari di 15 anni fa a circa 36,6 miliardi di dollari a dicembre. Ciò ha fatto seguito a un calo della produzione di greggio nel più grande produttore di petrolio dell’Africa, a causa di furti dilaganti, atti di vandalismo e calo degli investimenti.
La carenza di valuta estera in Etiopia ha raggiunto livelli critici, rendendo difficile per il Paese importare beni essenziali come prodotti farmaceutici e input industriali. Le riserve di valuta estera dell’Etiopia non sono sufficienti a coprire nemmeno un mese di importazioni.
La scarsità di valuta forte ha scoraggiato anche i tanto necessari investimenti in Etiopia, costringendo la Banca Nazionale d’Etiopia a introdurre riforme volte ad alleggerire i vincoli per gli investitori.
La banca centrale ha iniziato a fornire garanzie che consentono agli investitori disposti a investire in settori chiave attraverso partenariati pubblico-privati con il governo etiope di rimpatriare i loro profitti.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito