I leader africani al vertice commerciale chiedono l’estensione dell’accordo commerciale con gli Stati Uniti

I leader del vertice commerciale USA-Africa in Botswana hanno sollecitato il rinnovo dell’Africa Growth Opportunities Act (AGOA), che è in vigore da molto tempo.
L’accordo commerciale offre ad alcuni Paesi africani un accesso preferenziale o addirittura esente da imposte per le loro esportazioni verso il mercato statunitense. L’accordo scadrà nel 2025 e i delegati africani presenti al vertice vogliono che sia rinnovato.
Il presidente del Botswana Mokgweetsi Masisi, rivolgendosi ai delegati riuniti a Gaborone per il vertice, ha lanciato un appello a Washington per il rinnovo dell’accordo.
Dalla sua entrata in vigore nel 2000, l’AGOA è stato accreditato per la creazione di oltre 46.000 posti di lavoro in Africa e per il rafforzamento delle esportazioni verso gli Stati Uniti.
“È nostra viva speranza che, in linea con la lettera e lo spirito del Vertice dei leader USA-Africa, l’amministrazione Biden rinnovi l’iniziativa African Growth and Opportunity Act, che scade nel 2025″, ha dichiarato. Il rinnovo dell’AGOA, con mandati più ampi, darà un segnale forte e di fiducia ai mercati e fungerà da catalizzatore per l’industrializzazione e l’inserimento dell’Africa nelle catene del valore globali”.
Florie Liser, amministratore delegato e presidente del Corporate Council on Africa, che organizza il Business Summit USA-Africa, ha affermato che è necessario esaminare l’AGOA alla luce di un accordo noto come African Continental Free Trade Area.
“Sono cambiate molte cose” in Africa e altrove da quando è stato istituito l’AGOA. L’avvento dell’Area di libero scambio continentale africana sta promuovendo un’integrazione economica e commerciale molto più stretta nel continente, che stimolerà la creazione di catene del valore regionali e continentali e aumenterà il valore aggiunto nei settori chiave”. Per molti versi, la questione è come possiamo sostenere al meglio questo sviluppo”.
L’Atlantic Council Africa Center ha prodotto un rapporto intitolato The Future of U.S.-Africa Trade and Investment, che analizza il futuro dell’AGOA. Il rapporto è stato pubblicato mercoledì in occasione del vertice commerciale USA-Africa.
Frannie Leautier, senior fellow dell’Atlantic Council e autore principale del rapporto, ha dichiarato: “Per quanto riguarda l’estensione o il rinnovo dell’AGOA, l’idea è quella di realizzare il potenziale dell’AGOA per lo sviluppo a lungo termine attraverso una maggiore certezza, pianificazione e supporto qualificato per lo sviluppo delle capacità e il flusso degli investimenti”. La prima ´raccomandazione´ è semplice: basta prorogarlo. La seconda è fornire una certezza a lungo termine sull’ammissibilità all’AGOA, perché gli investitori la stanno aspettando. Nessuno investirà ora se pensa che l’AGOA non verrà prorogato”.
Non tutti i Paesi africani beneficiano dell’AGOA. Alcuni, come Etiopia, Mali e Guinea, sono stati esclusi a causa di colpi di stato e violazioni dei diritti umani. L’ammissibilità del Sudafrica è in corso di revisione per la presunta vendita di armi alla Russia.
Nel frattempo, Scott Nathan, amministratore delegato della U.S. International Development Finance Corporation, che guida la delegazione del governo statunitense al summit, ha promesso di continuare a sostenere l’Africa.
“Gli Stati Uniti si concentrano su ciò che faremo con le nazioni e i popoli africani, e non per le nazioni e i popoli africani”, ha dichiarato. “Lavoriamo per approfondire e comprendere il nostro partenariato, amplificare le voci africane e sostenere l’empowerment degli africani”.
Il vertice ha attirato più di 1.300 delegati, tra cui i leader di Eswatini, Lesotho, Mozambico, Niger e Zimbabwe.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito