Il 63% dei tanzaniani è soddisfatto delle prestazioni del governo in campo economico

Secondo un nuovo sondaggio, almeno il 61% della popolazione tanzaniana è soddisfatto della gestione complessiva dell’economia da parte del governo.

Il rapporto Afrobarometro della Policy Research for Development (Repoa), tuttavia, mostra che i tanzaniani sono preoccupati per l’aumento dei prezzi e dell’occupazione giovanile.

Con l’imposizione di sanzioni alla Russia da parte delle potenze occidentali a causa della guerra in Ucraina e, in sostanza, l’interruzione della catena di approvvigionamento per una serie di importazioni, la Tanzania, proprio come i suoi coetanei nella regione, ha visto un aumento dei prezzi dei prodotti petroliferi, dei fertilizzanti, della farina di grano e dell’olio da cucina, tra gli altri.

La situazione si è complicata con l’adozione da parte degli Stati Uniti di politiche monetarie volte a controllare l’inflazione, rendendo così il dollaro costoso in tutto il mondo.

Ma secondo l’Afrobarometro, i tanzaniani rimangono ottimisti sulla direzione del Paese per quanto riguarda l’economia.

Le riforme economiche del presidente Samia Suluhu Hassan, incentrate sull’attrazione degli investimenti, fanno sperare i tanzaniani che il governo sia seriamente intenzionato a stimolare la crescita economica e a creare posti di lavoro.

I tanzani sono anche soddisfatti dei risultati ottenuti dal governo nell’erogazione dei servizi.

Condotto nel periodo 2021-2023, il rapporto pubblicato ieri si è concentrato principalmente su cinque aree, tra cui economia, stato di diritto, forma di governo preferita, democrazia e fiducia nelle istituzioni pubbliche.

Parlando con i giornalisti dopo aver reso noti i risultati dello studio, il direttore esecutivo della Repoa, dott. Donald Mmari, ha detto che l’82% degli intervistati approva le prestazioni del governo nel rispondere alle esigenze dell’istruzione, mentre il 69% dei cittadini approva la fornitura di servizi sanitari di base da parte del governo.

Anche in questo caso, le prestazioni del governo nella lotta alla corruzione sono percepite come alte, con il 65%, nonostante un leggero calo rispetto al sondaggio precedente.

Tuttavia, negli ultimi quindici anni sono stati registrati notevoli miglioramenti. “In generale, questa è l’opinione della gente sull’area economica.

Anche se hanno visto che c’è una sfida con l’inflazione e l’occupazione, hanno ancora fiducia nel loro governo che continuerà a fare bene.

Questo significa che la gente sta dando indicazioni sulle aree su cui le istituzioni pubbliche devono lavorare”, ha sottolineato.

Il dottor Mmari ha detto che lo studio indica che ci sono aree su cui il governo deve lavorare, nonostante il fatto che la popolazione sia ampiamente soddisfatta in molte altre aree.

Questo perché, nonostante la fiducia nelle prestazioni del governo, solo il 45% degli intervistati è soddisfatto delle misure per la creazione di posti di lavoro.

Per quanto riguarda la democrazia, la maggioranza degli intervistati ha affermato che, sebbene ci siano piccoli problemi, l’offerta di democrazia è alta e i cittadini sono soddisfatti del modo in cui la democrazia funziona nel Paese.

Hanno anche espresso il loro ottimismo riguardo alla presa di posizione del governo sulla libertà di espressione, osservando, tuttavia, che l’intervento del governo deve essere considerato in una situazione in cui un’eccessiva libertà porterebbe all’insicurezza.

Reagendo allo studio, una ricercatrice sulle questioni di genere, Loreen Kiswaga, ha affermato che la ricerca è buona e che ha mostrato come le donne siano coinvolte a vari livelli del processo decisionale.

Ha aggiunto che lo studio ha anche mostrato come la popolazione sia soddisfatta dello sviluppo del Paese, il che, secondo lei, rappresenta un grande miglioramento rispetto alle indagini precedenti.

“Ci sono alcune sfide, come evidenziato dai risultati del sondaggio, e speriamo che le istituzioni competenti lavorino su di esse”, ha detto.

D’altra parte, il ricercatore Eric Thomas ha detto che la ricerca ha mostrato come il governo serve i suoi cittadini rispetto ai Paesi vicini.

Al sondaggio Afrobarometro hanno partecipato intervistati provenienti da nove regioni.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito