Il presidente del Brasile chiede di rinnovare le relazioni con l’Africa

Il Presidente Luiz Inácio Lula da Silva, spesso conosciuto come Lula, ha dichiarato che l’Africa offre troppe prospettive e che il Brasile non avrebbe mai dovuto lasciare il continente. “Il Brasile è tornato nel continente che non avrebbe mai dovuto lasciare. L’Africa offre molte opportunità e un enorme potenziale di crescita”, ha dichiarato il presidente del gigante sudamericano.

Le osservazioni di Lula sono state una sottile frecciata al suo predecessore di destra, Jair Bolsonaro, che non ha mai visitato l’Africa durante i suoi quattro anni di presidenza. Dopo una campagna elettorale molto combattuta, Lula ha giurato come presidente del Brasile nel gennaio 2023. Tra il 2003 e il 2010, l’esperto legislatore di sinistra ha guidato il Paese in diverse escursioni in Africa.

Quest’anno, il presidente brasiliano ha già effettuato una rapida visita a Capo Verde. Nella politica estera del suo Paese ha dato priorità al miglioramento dei legami con il cosiddetto “sud globale”. “Nei miei primi due mandati, il continente africano era una priorità. Sono andato 12 volte in Africa, in 21 Paesi”, ha detto Lula.

Nonostante la politica estera inclusiva del Brasile, secondo fonti giornalistiche brasiliane, il governo non è interessato a estendere l’adesione ai Brics, come preferiscono Cina e Russia.

Dopo il vertice in Sudafrica, il presidente brasiliano proseguirà il suo tour africano, facendo tappa in Angola e a São Tomé e Príncipe per partecipare a una conferenza della Comunità dei Paesi di lingua portoghese.

Negli ultimi due mesi, Etiopia e Algeria hanno presentato argomentazioni convincenti per l’adesione ai BRICS. L’Etiopia, il secondo Paese africano per popolazione, ha chiesto di poter beneficiare dei vantaggi derivanti dalla classificazione come Paese BRIC.

Un mese dopo, il presidente algerino Abdelmadjid Tebboune è stato citato dalla TV Ennahar per aver dichiarato che il suo Paese ha presentato una domanda di adesione all’organizzazione BRICS e una richiesta di diventare membro azionista della Banca BRICS con un versamento di 1,5 miliardi di dollari. L’Algeria sta cercando di diversificare la propria economia e di rafforzare i legami con Paesi come la Cina.

Fonte: africa.businessinsider.com

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito