Diga di Nachtigal: Il Camerun metterà in funzione il primo impianto di pesca fluviale dell’Africa centrale entro il primo trimestre del 2024

Secondo la Nachtigal Hydro Power Company (NHPC), la società che supervisiona il progetto di costruzione della diga, la componente di pesca del progetto della diga di Nachtigal da 420 MW sarà implementata entro agosto 2023. Si prevede che questa componente porterà alla messa in funzione del primo impianto di pesca costruito in una diga fluviale in Africa centrale entro il primo trimestre del 2024, come sostenuto dalla NHPC.
“Nel bacino della diga sarà creata un’area di ritenzione con pesci all’interno delle acque. Le persone designate potranno quindi praticare attività di pesca”, rivela una fonte vicina alla questione. “La Nachtigal è una diga a scorrimento, a differenza della Lom Pangar, che è una diga a bacino. Ad esempio, Song Loulou, anch’essa una diga fluviale come Nachtigal, non ha un impianto di pesca. È molto più impegnativo stabilire la pesca nelle dighe fluviali, perché richiede un buon coordinamento tra il programma di pesca annuale e il funzionamento dell’impianto”, spiega Asser Yoke, esperto di pesca dell’NHPC.
La pesca dovrebbe produrre 30 tonnellate di pesce all’anno. Dovrebbe essere dotato di un molo di sbarco e di programmi di formazione per insegnare le tecniche di pesca nei bacini e di lavorazione del pesce.
L’NHPC spiega che la componente della pesca mira a ripristinare i mezzi di sussistenza dei pescatori e dei pescivendoli colpiti dal progetto di costruzione della diga di Nachtigal, integrando le compensazioni finanziarie già fornite. Complessivamente, ne beneficeranno circa 200 persone.
L’iniziativa dell’NHPC è in linea con il progetto di pesca nell’acqua della diga che il Ministero dell’Allevamento, della Pesca e delle Industrie Animali (Minepia) e l’azienda elettrica statale EDC stanno sviluppando dal 2021. Se attuato con successo, questo progetto governativo dovrebbe incrementare la produzione ittica locale. Contribuirà quindi al raggiungimento degli obiettivi di sostituzione delle importazioni perseguiti dal governo per sviluppare l’industria nazionale e ridurre la dipendenza del Paese dalle importazioni di beni essenziali, come il pesce e il riso, che ogni anno hanno un impatto negativo sulla bilancia commerciale.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito