Il Kenya sospende il progetto di criptovaluta di Worldcoin per problemi di sicurezza

Il ministero degli Interni del Kenya ha dichiarato mercoledì di aver sospeso le attività locali del progetto di criptovaluta Worldcoin mentre le agenzie governative valutano i potenziali rischi per la sicurezza pubblica.

Il progetto fondato dal CEO di OpenAI Sam Altman è stato lanciato la scorsa settimana. Richiede agli utenti di fornire la scansione dell’iride in cambio di un documento d’identità digitale; in alcuni Paesi gli utenti ottengono anche criptovalute gratuite nell’ambito dei piani per la creazione di una nuova “rete di identità e finanziaria”.

“Le agenzie competenti per la sicurezza, i servizi finanziari e la protezione dei dati hanno avviato indagini e investigazioni per stabilire l’autenticità e la legalità delle suddette attività”, ha dichiarato il ministro degli Interni Kithure Kindiki in un comunicato.

L’Autorità per le comunicazioni del Kenya e l’Ufficio del commissario per la protezione dei dati hanno dichiarato che un esame preliminare delle operazioni di Worldcoin ha sollevato preoccupazioni, tra cui il fatto che ottenere il consenso dei consumatori in cambio di un premio in denaro rasenta l’istigazione.

La Worldcoin Foundation, un’entità con sede nelle Isole Cayman, ha dichiarato che sfrutterà il periodo di sospensione per collaborare con le autorità e migliorare la comprensione delle misure sulla privacy adottate in Kenya e in altri paesi in cui è presente.

“Worldcoin rimane impegnata a fornire un accesso inclusivo, rispettoso della privacy e decentralizzato all’economia digitale globale e non vede l’ora di riprendere i suoi servizi in Kenya, lavorando a stretto contatto con le autorità di regolamentazione locali e le altre parti interessate”, ha dichiarato in un comunicato.

Kindiki ha dichiarato che il governo è preoccupato per le attività di Worldcoin e che le agenzie indagheranno su come intende utilizzare i dati raccolti. Ha detto che saranno presi provvedimenti contro chiunque sia coinvolto nelle sue attività, senza approfondire.

I media locali hanno riferito che più di 350.000 kenioti si sono iscritti a Worldcoin a partire da martedì, in cambio di token gratuiti di criptovaluta del valore di circa 7.000 scellini kenioti (49 dollari).

Dal suo lancio, le persone in tutto il mondo, tra cui Kenya, Germania, Spagna e Francia, hanno affollato i siti di registrazione per farsi scrutare da una “sfera” sferica e lucente.

Il progetto è stato oggetto di attenzione anche in Gran Bretagna, Germania e Francia.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito