Il Kenya chiede la protezione degli elefanti in seguito all’aumento della loro popolazione

La Giornata mondiale dell’elefante è stata celebrata sabato in tutto il Kenya, con l’agenzia per la fauna selvatica del Paese che ha invitato le principali parti interessate a migliorare la protezione dell’iconico mammifero terrestre tra le molteplici minacce.

Il Kenya Wildlife Service (KWS) ha dichiarato che la popolazione di elefanti del Paese ha registrato una crescita sostenuta, grazie a modelli di conservazione innovativi.

In una dichiarazione rilasciata a Nairobi, la capitale del Kenya, il KWS ha affermato che la popolazione di elefanti del Paese è aumentata del 5% all’anno e attualmente si attesta a 36.000 esemplari, rispetto al minimo storico di 16.000 nel 1989, quando gli elefanti venivano massicciamente braccati per il commercio globale di avorio.

Celebrata ogni anno il 12 agosto, la Giornata mondiale dell’elefante mira a sensibilizzare l’opinione pubblica su una serie di minacce che incombono sui giganteschi erbivori e a mobilitare le principali parti interessate per rafforzare la loro protezione e sostenere il turismo e l’equilibrio dell’ecosistema.

L’evento del 2023 è stato osservato sotto il tema “Uniamoci per dare agli elefanti un posto sicuro in cui vivere”, ponendo l’accento sul ruolo critico della partnership e della collaborazione per salvare l’iconico mammifero dall’estinzione.

Il Kenya ospita una delle più grandi popolazioni di elefanti della savana africana che si aggirano nei vari ecosistemi del Paese, tra cui paesaggi montuosi e praterie della savana.

Intrecciati con il patrimonio del Paese, gli elefanti sono fondamentali per mantenere l’equilibrio dell’ecosistema, oltre a generare entrate per l’erario attraverso il turismo, ha osservato il KWS.

Oltre al bracconaggio, altre minacce che incombono sulla specie degli elefanti della savana africana in Kenya includono il conflitto uomo-elefante, gli shock climatici come la siccità e la riduzione degli habitat, secondo il KWS.

L’invasione da parte dell’uomo dei corridoi di dispersione degli elefanti è emersa come una delle principali minacce alla loro sopravvivenza, rendendo necessarie delle contromisure, tra cui la promulgazione di leggi e un maggiore impegno da parte delle comunità.

Il Kenya ha investito in tecnologia e nella riqualificazione dei ranger della fauna selvatica per migliorare il monitoraggio degli elefanti nei loro habitat naturali e scongiurare il rischio di bracconaggio, ha dichiarato il KWS.

Inoltre, l’agenzia ha dichiarato che il Paese ha adottato strumenti legali internazionali per rafforzare la protezione degli elefanti della savana africana, che sono stati elencati come in pericolo dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito