La valuta cinese guadagna popolarità grazie all’aumento dei legami commerciali con il Kenya

L’Associazione dei banchieri del Kenya (KBA) ha dichiarato mercoledì che la valuta cinese renminbi, o yuan, sta guadagnando popolarità tra i prestatori commerciali grazie ai crescenti legami commerciali sino-cinesi.

Habil Olaka, amministratore delegato della KBA, ha dichiarato a Xinhua a Nairobi, la capitale del Kenya, che lo yuan sta emergendo come valuta alternativa al dollaro USA per regolare le transazioni finanziarie che riguardano il commercio tra Kenya e Cina.

“Quello che tende a succedere tra due Paesi che commerciano, è che usano una valuta che è facilmente disponibile nei loro Paesi”, ha detto Olaka a margine del lancio dello studio sul contributo fiscale totale del settore bancario keniota per il 2022 da parte della KBA.

Secondo l’Ufficio nazionale di statistica del Kenya, le esportazioni totali del Paese verso la Cina hanno raggiunto i 27,5 miliardi di scellini (193 milioni di dollari), mentre le importazioni dalla Cina hanno raggiunto i 3,17 miliardi di dollari nel 2022. I dati governativi indicano che la Cina è diventata il principale partner commerciale, investitore estero e appaltatore di progetti del Kenya.

Olaka ha aggiunto che la maggior parte delle banche commerciali dispone attualmente di uno strumento di negoziazione dello yuan che rende disponibile la valuta cinese a livello locale. Ha osservato che l’uso della valuta appropriata è un fattore critico per incrementare il commercio bilaterale, notando che le banche keniote stanno abbracciando l’uso dello yuan nel commercio sino-keniota perché riduce i costi di transazione eliminando la necessità di convertire le valute in dollari USA.

Ha rivelato che la maggior parte delle banche che operano in Kenya hanno anche aperto sportelli cinesi per servire la crescente comunità imprenditoriale cinese nel Paese dell’Africa orientale.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito