Vertice BRICS in Sudafrica: Chi è stato invitato, chi non lo è stato, di cosa si discuterà

- Advertisement -
Il gruppo, che rappresenta il 40% della popolazione mondiale e il 26% dell’economia globale, mira a sfidare l’egemonia economica dell’Occidente. Quali sono i Paesi che partecipano all’incontro e qual è l’ordine del giorno? Scoprite le risposte a tutte le domande.

Il Sudafrica è pronto a ospitare il 15° vertice dei BRICS la prossima settimana. Il gruppo delle principali economie emergenti prende il nome dai suoi cinque Paesi membri, Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica. Il vertice che si terrà dal 22 al 24 agosto a Johannesburg sarà il primo incontro di persona dal 2019. Il gruppo, che rappresenta il 40% della popolazione mondiale e il 26% dell’economia globale, mira a sfidare l’egemonia economica dell’Occidente. Quali sono i Paesi che partecipano all’incontro e qual è l’ordine del giorno? Scoprite le risposte a tutte le domande.

elenco degli invitati e altro

Secondo quanto riportato, il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa, il primo ministro indiano Narendra Modi, il presidente cinese Xi Jinping e il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva dovrebbero marcare la loro presenza a Johannesburg la prossima settimana. Confermando la visita di Xi, la portavoce del Ministero degli Esteri cinese Hua Chunying ha dichiarato in un comunicato che, su invito del Presidente della Repubblica sudafricana Cyril Ramaphosa, il Presidente Xi Jinping parteciperà al 15° vertice dei BRICS a Johannesburg, in Sudafrica. Sarà in visita di Stato in Sudafrica fino al 24 agosto. Il presidente russo Vladimir Putin parteciperà virtualmente al vertice e non si recherà in Sudafrica a causa di un mandato d’arresto emesso dalla Corte penale internazionale per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, ha riferito l’Ociated Press (AP). Secondo la Reuters, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov rappresenterà Putin a Johannesburg. Al vertice dei BRICS della prossima settimana sono stati invitati 69 Paesi, tra cui tutte le nazioni africane, secondo quanto riportato da Al Jazeera. La Reuters ha citato il ministro degli Esteri sudafricano Naledi Pandor, secondo cui sono stati inviati inviti anche ai leader di America Latina, Asia e Caraibi.

dettaglio negoziato

Secondo un rapporto della Reuters, più di 40 Paesi, tra cui Arabia Saudita, Iran, Emirati Arabi Uniti (EAU), Argentina, Indonesia, Algeria, Egitto ed Etiopia, hanno mostrato interesse ad aderire al raggruppamento BRICS. Tuttavia, i leader dei BRICS hanno opinioni diverse sui criteri di ingresso e sull’inclusione di altri membri. La Cina sostiene l’espansione del gruppo. Il ministero degli Esteri cinese ha dichiarato a Reuters di sostenere i progressi compiuti nell’espansione del gruppo e di essere favorevole all’ingresso di altri partner affini nella “famiglia BRICS”.

NDB, Mudra e altro

La Nuova Banca di Sviluppo (NDB), comunemente nota come banca dei BRICS, è stata istituita nel 2015 come alternativa al Fondo Monetario Internazionale (FMI) e alla Banca Mondiale. Tuttavia, la Russia, membro del blocco con sede a Shanghai, è stata colpita dalle sanzioni occidentali. Il presidente della NDB, Dilma Rousseff, informerà la prossima settimana l’embargo sulle misure per diversificare le sue fonti di finanziamento, secondo quanto riportato da Mburg.

relazione economica

Secondo la Reuters, i leader al vertice dei BRICS probabilmente delibereranno sui modi per migliorare la cooperazione economica in una serie di settori, tra cui l’energia, le infrastrutture e l’economia digitale. Negli ultimi cinque anni, il commercio tra i membri dei BRICS è cresciuto del 56%, raggiungendo i 422 miliardi di dollari, come riporta Bloomberg, citando i dati della Higher School of Economics di Mosca.

- Advertisement -

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito