Truppe del blocco dell’Africa occidentale “pronte a partire” per il Niger

La Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) è pronta a inviare le sue forze in Niger non appena i leader degli Stati membri approveranno l’intervento, ha dichiarato venerdì un funzionario.

Nel secondo giorno di colloqui ad Accra, in Ghana, i capi militari dell’Africa occidentale hanno “messo a punto” i dettagli di un possibile intervento armato, ha dichiarato Abdel-Fatau Musah, commissario dell’ECOWAS per gli affari politici e la sicurezza.

“Siamo pronti a partire in qualsiasi momento venga dato l’ordine”, ha dichiarato Musah. “Anche il D-Day è stato deciso”, ha aggiunto.

Ma i leader hanno anche sottolineato di essere ancora favorevoli al dialogo e che l’ECOWAS potrebbe inviare una missione diplomatica in Niger sabato.

“Domani c’è la possibilità che una missione dell’ECOWAS vada in Niger per continuare a perseguire il percorso pacifico di ripristino dell’ordine costituzionale”.

“Siamo pronti a risolvere la questione in modo pacifico, ma bisogna essere in due per ballare il tango”, ha detto Musah.

“Se vogliono intraprendere la via pacifica per un rapido ripristino dell’ordine costituzionale, siamo pronti a rinunciare all’opzione militare”, ha aggiunto.

Le delegazioni precedenti non sono riuscite a incontrare il nuovo uomo forte del Niger, il generale Abdourahamane Tiani.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito