Kenya: Safaricom intende lanciare un servizio Internet via satellite per competere con lo Starlink di Elon Musk

Safaricom, una delle principali telco keniote, ha annunciato l’intenzione di lanciare un servizio Internet via satellite che farà concorrenza diretta all’offerta Starlink di SpaceX nel Paese. Per fornire questo servizio, Safaricom collaborerà con AST SpaceMobile, un’azienda statunitense anch’essa concorrente di Starlink.
L’obiettivo principale di Safaricom nel lanciare questo servizio Internet via satellite è quello di potenziare i suoi servizi a banda larga, che includono Wi-Fi, reti cellulari e cavi in fibra ottica. Utilizzando la tecnologia satellitare di AST SpaceMobile, Safaricom intende migliorare la connettività nelle località più remote e fornire un accesso a banda larga a prezzi accessibili alle aree rurali.
AST SpaceMobile sta attualmente sviluppando una rete che utilizza una costellazione di satelliti per fornire accesso a Internet via satellite. L’aspetto unico di questa rete è che è stata progettata per comunicare direttamente con i comuni smartphone 4G, diventando così la prima azienda a consentire agli smartphone di connettersi a una rete a banda larga spaziale.
Uno dei satelliti prototipo di AST SpaceMobile, chiamato Bluewalker 3, è già stato sottoposto a test iniziali nel 2022 ed è previsto un test ufficiale in Kenya nel corso dell’anno. Safaricom, insieme ad altri operatori africani del gruppo Vodacom, parteciperà a questa sperimentazione. La sperimentazione prevede l’utilizzo di 200 satelliti in 49 Paesi dell’Africa, dell’Europa e dei Caraibi.
Dopo il successo della sperimentazione, AST SpaceMobile prevede di espandere le sue installazioni satellitari in collaborazione con Vodacom, azionista di Safaricom, per fornire comunicazioni continue ai dispositivi 4G non solo in Africa ma anche al di fuori del continente.
Nel frattempo, Starlink, di proprietà della SpaceX di Elon Musk, ha già lanciato i suoi servizi Internet via satellite in diverse nazioni africane. In Kenya, tuttavia, il lancio ufficiale di Starlink deve ancora avvenire, anche se l’azienda ha dichiarato che i suoi servizi saranno disponibili a partire dal secondo trimestre del 2023.
Starlink ha richiesto la licenza per operare in Kenya, ma i dettagli sulla disponibilità e sui prezzi non sono ancora chiari. Tuttavia, in base alle informazioni riportate sul sito web dell’azienda, il servizio dovrebbe costare 6500 KSh al mese, con un costo aggiuntivo di 89.000 KSh per l’installazione dell’attrezzatura necessaria, che comprende una piccola antenna parabolica e un router Wi-Fi.
L’ingresso di Safaricom nel mercato di Internet via satellite rappresenta una sfida significativa per Starlink. Grazie alla collaborazione con AST SpaceMobile, che si concentra sulla connettività della telefonia mobile, Safaricom potrebbe essere in grado di mantenere la sua posizione dominante sul mercato del Kenya. Tuttavia, potrebbero esserci delle sfide in termini di prezzi, poiché il servizio Internet satellitare di Safaricom potrebbe essere troppo costoso per i clienti con un budget limitato che si affidano a pacchetti di dati a basso costo e a hotspot Wi-Fi pubblici gratuiti.
Nel complesso, il lancio del servizio Internet satellitare di Safaricom in Kenya rappresenta un importante sviluppo per colmare il divario digitale e fornire una migliore connettività alle aree poco servite. Con l’aumento della concorrenza nel mercato di Internet via satellite, resta da vedere come si comporterà l’offerta di Safaricom nei confronti di Starlink e di altri concorrenti.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito