L’aumento del terrorismo in Africa è una preoccupazione per i BRICS

I ministri degli Esteri di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica si sono incontrati venerdì a Città del Capo con gli amici dei Paesi BRICS.

Il BRICS si dice preoccupato per l’aumento del terrorismo in Africa.

I ministri degli Esteri di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica si sono incontrati venerdì a Città del Capo con gli amici dei Paesi BRICS.

Ospite dell’incontro, il Ministro delle Relazioni Internazionali Naledi Pandor ha affermato che una guerra in una parte del mondo non può essere il motivo per cui le nazioni più ricche non rispettano i loro obblighi nei confronti di quelle più povere.

Al termine di due giorni di discussioni, Pandor ha dichiarato che i membri dei BRICS si sono impegnati a dialogare per risolvere i conflitti.

La pace è necessaria per lo sviluppo.

Non possiamo permettere che un conflitto in una parte del mondo sostituisca l’ambizione di sradicare la povertà globale come la più grande sfida mondiale.

Mentre altre nazioni africane cercano di entrare a far parte della famiglia BRICS, Pandor ha affermato che la guerra civile nel continente è una preoccupazione.

L’influenza che questi gruppi estremisti stanno iniziando ad avere in alcuni Paesi, in particolare nella regione del Sahel, abbiamo detto che quando parliamo di pace e sicurezza, non dobbiamo parlare solo di una parte del mondo.

Pandor ha affermato che i ministri dei BRICS hanno riaffermato la promozione del dialogo come via per la pace.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito