La Tanzania approva il progetto di energia nucleare

Con l’obiettivo di sostenere la crescita economica, migliorare la qualità della vita dei suoi cittadini che vivono al di sotto della soglia di povertà e assicurarsi una posizione di rilievo nel settore dell’energia nucleare a livello mondiale, la Tanzania intende investire nel nucleare, un piano che, si dice, potrebbe plasmare il futuro del Paese dell’Africa orientale.

L’annuncio è stato dato dal Ministro dei Minerali della Tanzania, Doto Biteko, durante la tavola rotonda “Cooperazione nella scienza e nella tecnologia” intitolata “Tecnologie nucleari per lo sviluppo della regione africana”.

“Per noi l’energia nucleare è una novità, ma il lavoro sulla nostra risorsa di uranio è attualmente in corso – ci stiamo occupando di questo progetto da diversi anni. Speriamo di vederne lo sviluppo e gli investimenti significativi molto presto…

“… La domanda è in crescita, tutto sta cambiando. Poiché è necessario affrontare i problemi di sicurezza alimentare, vogliamo considerare un mix di combinazioni di diversi tipi di energia. Abbiamo in programma di raggiungere il 10% del PIL del nostro Paese grazie all’industria mineraria nel 2025 e l’estrazione dell’uranio è uno degli elementi per raggiungere questo obiettivo”, ha dichiarato il dottor Biteko.

Nonostante la Tanzania sia rinomata per la sua variegata fauna selvatica e i suoi paesaggi mozzafiato, è emersa l’ambizione di installare una centrale nucleare.

Alexey Likhachev, direttore generale della Corporazione statale russa per l’energia atomica (Rosatom), ha espresso la sua fiducia nel potenziale dell’Africa in termini di capacità di produzione di energia nei prossimi decenni.

Secondo Likhachev, la rapida crescita della popolazione africana e l’aumento della domanda di energia hanno reso il continente un punto focale per lo sviluppo dell’energia nucleare.

Le riserve di uranio della Tanzania sono state individuate da tempo in varie regioni del Paese, tra cui Namtumbo (Mkuju), Bahi, Galapo, Minjingu, Mbulu, Simanjiro, Lago Natron, Manyoni, Songea, Tunduru, Madaba e Nachingwea.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito