La RD Congo firma un accordo minerario da 2 miliardi di dollari con gli EAU

La Repubblica Democratica del Congo (RDC) ha firmato un contratto minerario con gli Emirati Arabi Uniti (EAU), una joint venture che prevede lo sfruttamento dei minerali 3Ts (tantalio o coltan, tungsteno e stagno) nel Kivu, nella parte orientale del Paese.
Il Presidente Félix Tshisekedi ha assistito lunedì alla cerimonia di firma tra l’impresa statale Société aurifère du Kivu et du Maniema (Sakima SA) e Primera Mining, una società emiratina, che contribuirà al progetto per quasi 2 miliardi di dollari.
Il Presidente congolese aveva ricevuto in precedenza una delegazione degli Emirati Arabi Uniti guidata da Sheilk Shakhboot Nahyan Al Nahyan, Ministro di Stato per gli Affari Esteri degli Emirati Arabi Uniti.
La partnership si aggiunge alle esplorazioni minerarie degli Emirati Arabi Uniti già in corso nella provincia del Sud Kivu attraverso l’impresa Primera Gold.
“Per me, l’amore per il Paese e per il popolo congolese viene prima di tutto. Qualsiasi progetto che si presenti per trasformare il Congo sarà il benvenuto”, ha dichiarato Tshisekedi.
Il presidente congolese ha espresso la speranza che questa nuova partnership sia l’inizio di una trasformazione per il popolo congolese, in particolare per quello dell’est del Paese che ha bisogno di beneficiare delle risorse naturali della sua regione.
Tshisekedi ha dichiarato di voler creare maggiori opportunità commerciali nella regione del Kivu per trovare un’alternativa alle attività dei gruppi armati che si aggirano nella regione, rendendola insicura negli ultimi tre decenni nelle province del Nord Kivu e dell’Ituri.
Nel giugno 2021, il Ruanda e la RDC hanno firmato un partenariato di cooperazione per l’estrazione dell’oro.
All’epoca, il presidente Félix Tshisekedi e il suo omologo ruandese Paul Kagame hanno dichiarato che l’obiettivo era anche quello di “privare i gruppi armati delle entrate derivanti dall’estrazione dell’oro nel Congo orientale”.
Ma questa partnership è stata poi sospesa dal maggio 2022 tra Sakima SA e la società ruandese Dither LTD, a causa della ripresa della guerra dell’M23, che secondo Kinshasa è sostenuta dal Ruanda.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito