Saipem si aggiudica un contratto da 1 miliardo di dollari per un giacimento di gas naturale libico

Il fornitore italiano di servizi petroliferi Saipem ha dichiarato il 9 agosto di essersi aggiudicato un contratto del valore di circa 1 miliardo di dollari per lavori nel giacimento di gas naturale di Bouri, in acque poco profonde, in Libia.

Mellitah Oil & Gas, l’operatore guidato dall’Eni del Bouri Gas Utilization Project, ha scelto Saipem per rinnovare le piattaforme e le strutture del giacimento. Il giacimento di gas di Bouri si trova in acque profonde tra i 145 e i 183 metri, a circa 120 km a nord-ovest di Tripoli.

Saipem ha dichiarato che il contratto comprende l’ingegneria, l’approvvigionamento, la costruzione e la messa in servizio di un modulo di recupero del gas da 5.000 tonnellate sulla struttura offshore DP4 esistente e la posa di 28 km di condotte per collegare le piattaforme DP3, DP4 e Sabratha. La nave semisommergibile Saipem 7000 per il sollevamento pesante eseguirà le principali attività di sollevamento.

La società ha dichiarato che l’aggiudicazione del contratto conferma il suo impegno e il suo posizionamento competitivo nell’offshore libico e che il progetto, una volta completato, darà un importante contributo alla riduzione delle emissioni di CO2 nel Paese.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito