Il Kenya importa ora più dall’Arabia Saudita che da Cina e India

L’Ufficio Nazionale di Statistica del Kenya [KNBS] rivela ora che le merci importate dalla più grande economia del Medio Oriente sono aumentate di quasi tre volte, raggiungendo i 320 milioni di dollari a marzo dagli 80 milioni del mese precedente, grazie all’aumento degli ordini di carburante..
Prima dei 300 milioni di dollari della Cina, 270 milioni di dollari dell’India e 130 milioni di dollari degli Emirati Arabi Uniti sono stati i maggiori importatori del mese..
Secondo le statistiche della KNBS, l’aumento delle importazioni saudite a marzo è stato causato soprattutto dall’aumento delle spedizioni di gasolio (diesel), la maggior parte delle quali proveniva in precedenza dagli Emirati Arabi Uniti..
Prima dell’arrivo a Mombasa della prima spedizione prevista dall’accordo governativo sull’importazione di carburante firmato con l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti il 10 marzo, si è registrato un aumento dell’acquisto di gasolio dall’Arabia Saudita rispetto agli Emirati Arabi Uniti..
Nonostante non fosse tra i primi tre prodotti acquistati dall’Arabia Saudita nei mesi precedenti, le statistiche della KNBS hanno rivelato che il diesel ha superato il jet fuel come prima importazione in valore dal secondo produttore mondiale di petrolio..
Un totale di 130 milioni di dollari di gasolio è stato importato dai commercianti di petrolio nel mese in esame..
A febbraio, invece, le principali importazioni dall’Arabia Saudita sono state quelle di polipropilene (materie plastiche), per un costo di 60 milioni di dollari, di butano (gas da cucina), per un costo di 100 milioni di dollari, e di jet fuel, per un costo di 100 milioni di dollari..
Nel marzo dello scorso anno, le tre principali esportazioni dell’Arabia Saudita in Kenya sono state il carburante per aerei, i fertilizzanti e i clinker per cemento..
Per oltre un decennio, la Cina è stata il principale fornitore del Kenya di macchinari, ferro e acciaio, plastica, abbigliamento, mobili e apparecchiature elettriche ed elettroniche..
A causa dell’aumento dei prezzi internazionali, nell’ultimo anno i prodotti petroliferi sono diventati la principale fonte di importazione del Kenya..
Tra dicembre e febbraio, gli Emirati Arabi Uniti hanno superato la Cina e l’India diventando il primo fornitore di importazioni in valore, grazie all’aumento dell’approvvigionamento di prodotti petroliferi dalla nazione mediorientale..
La crescente volatilità dei prezzi delle materie prime è stata definita una “sfida per i consumatori e la stabilità economica” dal governo di William Ruto nel Budget Policy Statement (BPS) 2023..
Nel paniere di beni e servizi utilizzato per calcolare l’inflazione nel Paese, il costo dell’energia e dei trasporti ha un peso notevole..
GAROWE ONLINE

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito