Museven esorta la Russia di Putin a scoraggiare l’importazione di materie prime africane

Il leader ugandese Yoweri Museveni ha avuto colloqui bilaterali con il suo omologo russo Vladimir Putin a margine del secondo vertice Russia-Africa in corso nella città russa di San Pietroburgo.
Durante l’incontro, il Presidente Museveni ha delineato le aree di cooperazione con la Russia che includono l’esplorazione petrolifera, l’energia nucleare, i fertilizzanti, l’economia patogena, le batterie elettriche e la scienza spaziale che permetterebbe all’Uganda di avere un proprio satellite dedicato.
Museveni ha anche proposto al suo ospite, il Presidente Putin, di scoraggiare per politica l’importazione di materie prime dall’Africa e di lavorare invece con i governi africani per aggiungere valore ai prodotti alla fonte, in quanto ciò trasformerebbe le economie del continente in un tempo molto breve, passando da un reddito medio-basso a un reddito medio-alto.
Il Presidente Putin, da parte sua, ha dichiarato che la Russia rimane impegnata a rafforzare la cooperazione tra Russia e Africa in ambito economico, politico, di sicurezza, commerciale e umanitario.
Ha affermato che l’Uganda rimane uno dei partner e alleati chiave della Russia nel continente africano, con relazioni diplomatiche che durano da oltre 60 anni.
Putin ha aggiunto che, grazie ai buoni rapporti di cooperazione, il commercio tra i due Paesi è aumentato di 5 volte negli ultimi 6 mesi rispetto all’anno precedente.
Ha dichiarato che il governo russo raddoppierà le borse di studio per gli studenti ugandesi e allestirà due moderni laboratori mobili in grado di diagnosticare molte malattie, comprese quelle epidemiche.
Il Presidente Putin ha inoltre dichiarato di essere felice che l’Uganda e la Russia abbiano posizioni vicine sulla scena internazionale, che si basano sull’impegno a creare un mondo giusto e accomodante per tutti, e si è detto felice che l’Uganda presieda il Movimento dei non alleati.
All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, il Ministro degli Affari Esteri Jeje Odong, il Ministro della Difesa Bamulangaki Sempijja, il Ministro della Salute Jane Ruth Aceng e il Consigliere Presidenziale Senior incaricato delle Operazioni Speciali, Gen. Muhoozi Kainerugaba.
Nel frattempo, il vertice di due giorni Russia-Africa, che ha preso il via oggi, è l’evento di più alto profilo e di più ampia portata nelle relazioni russo-africane, volto a creare un livello fondamentalmente nuovo di partenariato reciprocamente vantaggioso per affrontare le sfide del XXI secolo.
L’obiettivo dell’evento è promuovere gli sforzi per rafforzare la cooperazione globale e paritaria tra la Russia e le nazioni africane in tutti i settori della società, tra cui la politica, la sicurezza, le relazioni economiche, la scienza e la tecnologia, la sfera culturale e umanitaria.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito