Il Kenya punta sul progetto delle biciclette elettriche per combattere il cambiamento climatico

Il Kenya ha lanciato mercoledì un progetto per fornire un sostegno finanziario ai tassisti con moto elettriche per ridurre le emissioni di carbonio nel settore dei trasporti nella capitale Nairobi.
Il progetto, lanciato dalla Kenya Commercial Bank (KCB) in collaborazione con l’Istituto delle Nazioni Unite per la Formazione e la Ricerca, vedrà 100.000 motociclisti beneficiare di moto elettriche nei prossimi sei anni.
“Il governo ha dato priorità all’adozione della mobilità elettrica per raggiungere una serie di obiettivi. È necessario ridurre le emissioni di carbonio del 32% entro il 2030. Nel 2022, le emissioni nel settore dei trasporti sono state stimate in 1,26 milioni di tonnellate di anidride carbonica”, ha dichiarato Kipchumba Murkomen, segretario di gabinetto per le strade, i trasporti e i lavori pubblici, durante la cerimonia di lancio tenutasi a Nairobi.
Durante la cerimonia, oltre 60 motociclisti taxi sono stati i primi destinatari delle moto elettriche, dopo una formazione completa sulle moto elettriche, sullo stato di diritto, sul servizio al cliente e sulla padronanza della risoluzione dei conflitti.
Murkomen ha dichiarato che il settore dei trasporti è il secondo maggior responsabile delle emissioni di gas serra nel Paese ed è stato identificato come uno dei settori prioritari nell’ambito degli impegni di National Determined Contribution (NDC) e del National Climate Change Action Plan del Kenya.
Si prevede che il progetto creerà oltre 150.000 nuovi posti di lavoro ecologici nel settore dei mototaxi in Kenya.
Paul Russo, CEO del Gruppo KCB, ha dichiarato che l’iniziativa è in linea con l’impegno della banca ad aumentare il proprio portafoglio di prestiti verdi, collaborando con partner che condividono le stesse idee per migliorare la creazione di posti di lavoro verdi e raggiungere le ambizioni di zero emissioni.
“Cerchiamo di rendere possibile agli operatori del settore dei trasporti l’acquisto di motociclette elettriche a un prezzo accessibile e di guadagnarsi da vivere”, ha dichiarato Russo.
Il Kenya sta cercando di ridurre la dipendenza dai combustibili fossili a vantaggio dell’ambiente, della salute dei cittadini e delle opportunità di lavoro, mentre aumenta la domanda di veicoli elettrici e di infrastrutture di ricarica.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram 

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito