Il Kenya punta a ospitare la piattaforma di pagamento dell’Africa per contrastare il dollaro USA

Il Kenya ha annunciato l’intenzione di concorrere per i diritti di hosting di una camera di compensazione comune per il pagamento e il regolamento delle transazioni commerciali transfrontaliere, in un’ambiziosa iniziativa volta a ridurre la dipendenza dai dollari USA per la chiusura delle transazioni intra-africane.
Il governatore della Banca centrale del Kenya, Kamau Thugge, ha dichiarato lunedì che Nairobi “esprimerà il proprio interesse a ospitare” il sistema di pagamento e regolamento panafricano (Papss), che mira a facilitare i pagamenti intra-africani nelle valute nazionali.
Il sistema, sviluppato da Afreximbank, è stato adottato dall’Unione africana con sede ad Addis Abeba nel luglio 2019 ed è stato sostenuto dal Segretariato dell’Area continentale di libero scambio africana (AfCFTA) con sede ad Accra.
“Presto scriveremo ad Afreximbank per esprimere il desiderio di ospitare Papss”, ha dichiarato Thugge ai partecipanti al Roadshow per gli investitori Kenya-DRC 2023 organizzato da Equity Holdings Group.
“Penso che, mentre ci muoviamo verso l’African Continental Free Trade Area (AfCFTA), dovremmo posizionare il Kenya e Nairobi come hub finanziario in questa particolare regione”. Afreximbank ha lanciato ufficialmente il sistema nel gennaio 2022 dopo una fase di prova su sei banche centrali della Zona Monetaria dell’Africa Occidentale (Wamz) a partire da ottobre 2021.
Ai Paesi della Wamz – Nigeria, Ghana, Liberia, Guinea, Sierra Leone e Gambia – si sono aggiunti Zambia, Zimbabwe e Gibuti sulla piattaforma Papss.
Il sistema consente a un commerciante di un Paese partecipante di dare istruzioni alla propria banca locale di pagare un fornitore in un altro Paese utilizzando la valuta locale.
La banca invia quindi istruzioni a Papss per regolare il pagamento attraverso la banca locale del fornitore nella valuta della propria giurisdizione in tempo reale.
### Rally peers
Papss ha il compito di effettuare controlli di convalida prima di passare l’istruzione alla banca destinataria.
L’annuncio della CBK giunge appena un mese dopo che il presidente William Ruto ha mobilitato i suoi colleghi del continente per mobilitare le rispettive banche centrali, le banche commerciali, i fornitori di servizi di pagamento, gli schemi di carte e altri intermediari di pagamento per accedere a Papss.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito