Kenya: La più grande economia dell’Africa orientale torna a crescere

Il PIL del Kenya è aumentato del 5,3% nel primo trimestre, secondo le statistiche ufficiali L’economia del Kenya si è ripresa nel primo trimestre dell’anno, grazie alla ripresa del settore agricolo chiave del Paese, ha dichiarato martedì l’Ufficio nazionale di statistica del Kenya (KNBS) in un rapporto.
Dopo quattro trimestri consecutivi di contrazione, il PIL è aumentato del 5,3% su base annua nei tre mesi fino a marzo, superando nettamente le aspettative degli economisti di una crescita del 3,7%.
Il miglioramento delle condizioni meteorologiche dovrebbe aumentare i raccolti agricoli e la produzione di energia idroelettrica nel Paese.
L’agricoltura rappresenta quasi il 25% della produzione economica totale del Kenya e impiega oltre il 70% della popolazione rurale. Il settore è stato duramente colpito l’anno scorso, quando la più grande economia dell’Africa orientale ha dovuto affrontare la peggiore siccità degli ultimi 40 anni, che ha minacciato circa 5 milioni di kenioti di soffrire la fame.
“La performance significativamente migliorata del settore è attribuibile alle condizioni climatiche favorevoli che hanno portato ad un aumento della produzione, soprattutto di colture alimentari, durante il periodo in esame”, ha dichiarato la KNBS. La performance è stata evidente nel significativo aumento delle esportazioni di frutta e verdura registrato nel trimestre in esame”.
Il crollo del 7% dello scellino keniota rispetto al dollaro USA durante il trimestre ha incrementato i guadagni delle principali esportazioni agricole, come tè, fiori, frutta e verdura.
Secondo gli ultimi dati, il settore agricolo del Paese è cresciuto del 5,8% nel primo trimestre, rispetto alla contrazione dell’1,7% registrata nello stesso periodo dell’anno precedente.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito