Il piano dell’Etiopia per attrarre investitori stranieri nel settore bancario

Per incoraggiare gli investimenti stranieri e il progresso economico, l’amministrazione del Primo Ministro Abiy Ahmed si è impegnata a liberalizzare i mercati precedentemente monopolizzati dalle imprese statali..

Il vice governatore della Banca Centrale del Paese ha dichiarato: “Daremo da tre a cinque licenze entro cinque anni”. Le banche commerciali in Etiopia sono principalmente istituti di proprietà dello Stato, che dominano il sistema bancario etiope, comprendente 29 istituti di proprietà nazionale..

Secondo Desta, gli investitori internazionali avrebbero diverse possibilità di ingresso, come la creazione di filiali locali o l’unione con imprese nazionali già esistenti..

L’Etiopia, una nazione di oltre 100 milioni di abitanti e una delle più grandi economie dell’Africa subsahariana, ha da tempo attirato l’attenzione degli investitori stranieri interessati ai settori bancario, delle telecomunicazioni, dei trasporti e dell’aviazione. Per porre fine al monopolio di Ethio Telecom, società statale, il governo etiope ha concesso due anni fa una licenza di telecomunicazione a un operatore privato..

L’operatore, un consorzio guidato dalla keniota Safaricom SCOM.NR, da Vodafone VOD.L e dalla giapponese Sumitomo 8053.T, ha pagato 850 milioni di dollari per la licenza. Oltre a rilasciare una terza licenza per le telecomunicazioni, l’Etiopia ha anche avviato una procedura di gara per la vendita di una partecipazione del 45% in Ethio Telecom..

L’Etiopia è da tempo interessata a ringiovanire il proprio settore bancario e il passaggio del Paese a un’economia più liberale dopo decenni di pianificazione economica centrale è stato evidente.
I think tank politici hanno sostenuto che i cambiamenti attuati dal primo leader dell’Etiopia, Abiy Ahmed, da quando ha assunto la leadership nel 2018, scateneranno un’enorme ricchezza per la seconda nazione più popolata del continente. Questo prima che il conflitto civile nel Tigray dominasse le notizie..

Nel dicembre 2020, l’Etiopia ha invitato le società di telecomunicazioni a presentare un’offerta per due licenze per competere con Ethio Telecom, il vettore di proprietà statale.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito