Tanzania e Zambia pianificano un nuovo mega oleodotto

La Tanzania e lo Zambia stanno progettando la costruzione di nuovi oleodotti e gasdotti per incrementare gli scambi commerciali tra i due Paesi e soddisfare l’elevata domanda di energia nelle due nazioni.
Il Ministro dell’Energia, January Makamba, ha dichiarato giovedì ai giornalisti a Dar es Salaam che sei ministri della Tanzania e dello Zambia terranno un incontro a Dar es Salaam dove, tra le altre cose, riceveranno e discuteranno le raccomandazioni di un team di esperti sulle procedure per condurre uno studio di fattibilità per la costruzione degli oleodotti.
Secondo il ministro, la necessità di un nuovo oleodotto è nata a seguito della rapida crescita del business e dell’enorme domanda di petrolio.
“È emersa la necessità di costruire un tubo più ampio, in grado di trasportare altri prodotti oltre al gasolio. Si tratta di progetti grandi, importanti e strategici per noi.
L’oleodotto esistente attualmente trasporta circa 90 milioni di litri al mese e, se sarà efficace, le nostre controparti zambiane continueranno a fare affidamento sui servizi forniti dai nostri porti”, ha dichiarato il Ministro January.
Ha inoltre aggiunto che la costruzione dell’oleodotto consentirà a Dar es Salaam di avere un mercato più ampio per il petrolio in Zambia e nella Repubblica Democratica del Congo (RDC).
“L’oleodotto ridurrà il costo del trasporto del petrolio e consentirà alle regioni meridionali della Tanzania di ottenere facilmente il petrolio, poiché il nuovo piano offrirà servizi di scarico nelle regioni di Morogoro, Iringa, Mbeya e Songwe.
“Nelle nostre discussioni, esamineremo la disponibilità di fondi e le questioni tecniche per la costruzione dell’oleodotto”, ha aggiunto.
Inoltre, il ministro ha annunciato che il Tanzania-Zambia Crude Oil Pipeline (TAZAMA) ha iniziato a trasportare gasolio da gennaio di quest’anno, chiedendo alla popolazione di salvaguardare l’oleodotto da ogni tipo di danno.
Secondo il ministro, l’oleodotto TAZAMA, che trasportava petrolio greggio da raffinare in Zambia, è stato sospeso per lungo tempo e durante la sospensione i due Paesi si sono accordati per cambiare il sistema di oleodotti dal trasporto di petrolio greggio a quello di petrolio pulito.
“Nel nostro incontro di domani, sosterremo la protezione dell’oleodotto TAZAMA. Conosciamo tutti la differenza di valore dei consumi tra il petrolio grezzo e quello raffinato, la necessità di proteggere e rendere sicuro l’oleodotto è ora cruciale perché ora è più facile per le persone vandalizzare l’infrastruttura e travasare il gasolio”, ha dichiarato January.
Parlando del gasdotto, ha detto che gli zambiani hanno chiesto di utilizzare il gas della Tanzania e la ricerca di gas nel Paese è ancora in corso per verificare se ci sarà abbastanza gas e un mercato sufficiente prima di intraprendere il progetto del gasdotto.
Nel dicembre dello scorso anno, i governi di Tanzania e Zambia hanno avviato colloqui intergovernativi per la conversione del gasdotto TAZAMA al trasporto di prodotti petroliferi finiti.
L’oleodotto TAZAMA è stato costruito per trasportare il greggio dal porto di Dar es Salaam allo Zambia, a un costo economico accessibile e sostenibile. Quando è stato installato nel 1968, l’oleodotto aveva una capacità di trasporto di 1.212.542 tonnellate all’anno.
All’incontro di oggi, guidato da Mr. January, parteciperanno il Ministro della Difesa e del Servizio Nazionale Innocent Bashungwa, il Ministro degli Affari Interni Hamad Masauni, il Ministro della Difesa dello Zambia Ambrose Lufuma, il Ministro degli Affari Interni e della Sicurezza Interna Jacob Mwiimbu e il Ministro dell’Energia dello Zambia Peter Kapala.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito