I legislatori statunitensi invitano Biden a punire il Sudafrica per aver sostenuto l’invasione russa dell’Ucraina

Un gruppo bipartisan di legislatori statunitensi vuole che l’Amministrazione Biden punisca il Sudafrica per quello che definiscono il suo sostegno all’invasione illegale dell’Ucraina da parte della Russia, trasferendo un importante incontro commerciale in un altro Paese, secondo quanto si legge in una lettera pubblicata martedì dal New York Times.
I legislatori hanno anche affermato che l'”aiuto” del Sudafrica alla Russia, compreso il presunto rifornimento di armi a Mosca per la sua guerra in Ucraina, mette in discussione la sua idoneità a ricevere benefici commerciali dagli Stati Uniti in base all’African Growth and Opportunity Act.Il portavoce del Ministero degli Esteri sudafricano, Clayson Monyela, ha dichiarato martedì in un comunicato che la lettera dei legislatori statunitensi è stata “presa in considerazione”, ma che il Sudafrica “gode ancora del sostegno del governo statunitense” per aver ospitato l’incontro AGOA.Le esportazioni sudafricane verso gli Stati Uniti attraverso l’AGOA sono state stimate a 3 miliardi di dollari lo scorso anno. Spostare l’incontro AGOA di novembre in un altro Paese “invierebbe un messaggio chiaro e importante: gli Stati Uniti continuano a stare dalla parte dell’Ucraina e non accetteranno che i nostri partner commerciali forniscano aiuti all’invasione brutale e continua della Russia”, si legge nella lettera dei legislatori.

“Il documento afferma che, nonostante il governo sudafricano si dichiari neutrale nella guerra in Ucraina, nell’ultimo anno ha “approfondito le sue relazioni militari con la Russia”.

La lettera, datata 9 giugno e inviata al Segretario di Stato Antony Blinken, al Rappresentante per il Commercio degli Stati Uniti Katherine Tai e al Consigliere per la Sicurezza Nazionale Jake Sullivan, è stata firmata dal senatore democratico Chris Coons, presidente della Sottocommissione del Senato per lo Stato, le Operazioni Estere e i Programmi Correlati; dal senatore repubblicano Jim Risch, membro di rango della Commissione per le Relazioni Estere del Senato; dal repubblicano Gregory Meeks, democratico e membro della Commissione per le Relazioni Estere del Senato. L’AGOA è una legge approvata dal Congresso che consente ai Paesi dell’Africa subsahariana di accedere al mercato statunitense in esenzione dai dazi doganali per le loro esportazioni, a condizione che soddisfino determinate condizioni. Il Sudafrica è uno dei maggiori beneficiari.

Gli Stati Uniti considerano il Sudafrica un importante partner politico ed economico, anche se il Paese – e in particolare il partito African National Congress al governo – ha legami storici con la Russia che risalgono ai tempi dell’Unione Sovietica. Per questo motivo, il governo sudafricano afferma di aver adottato una posizione non allineata sulla guerra in Ucraina. Ma mentre gli Stati Uniti accettano in larga misura questa posizione, hanno considerato alcune delle recenti azioni del Sudafrica come non neutrali ma attivamente favorevoli alla Russia nella guerra. Le preoccupazioni degli Stati Uniti sono emerse pubblicamente il mese scorso, quando l’ambasciatore americano in Sudafrica Reuben Brigety ha tenuto una conferenza stampa nella capitale sudafricana Pretoria e ha accusato il Paese di aver fornito armi alla Russia in un cargo che ha visitato in segreto la principale base navale del Sudafrica a dicembre.

Il Sudafrica ha negato le accuse, ma sta indagando sulla visita della nave Lady R battente bandiera russa, che è sottoposta a sanzioni statunitensi per il presunto trasporto di armi per il governo russo. Nella lettera, i legislatori hanno fatto riferimento anche alla visita di un aereo militare russo, anch’esso sotto sanzioni statunitensi, a una base aerea sudafricana in aprile e alla decisione del Sudafrica di ospitare navi da guerra russe e cinesi per esercitazioni navali a febbraio, in coincidenza con l’anniversario dell’invasione russa.

Siamo seriamente preoccupati che ospitare il Forum AGOA 2023 in Sudafrica serva come implicita approvazione del dannoso sostegno del Sudafrica all’invasione russa dell’Ucraina e alla possibile violazione della legge sulle sanzioni degli Stati Uniti”, si legge nella lettera dei legislatori. L’amministrazione Biden non ha parlato di sanzioni o punizioni contro il Sudafrica, ma l’AGOA è stata citata dagli analisti sudafricani come un mezzo per punire il Paese. Qualsiasi restrizione al commercio sudafricano con gli Stati Uniti sarebbe profondamente dannosa per il Paese più sviluppato dell’Africa, che sta lottando con un’economia stagnante, un’enorme disoccupazione e una crisi energetica. Il più grande partito di opposizione sudafricano ha dichiarato di considerare la lettera dei legislatori come un’indicazione del fatto che la pazienza di Washington nei confronti del Sudafrica per quanto riguarda le relazioni con la Russia sta “rapidamente diminuendo”.

Lunedì, il portavoce del presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha dichiarato che qualsiasi discorso di sanzioni formali per il Sudafrica a causa della Russia è “avventato” e “puramente allarmistico”.

Iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito