Il Kenya cerca di essere una voce per l’Africa sulla scena mondiale

Il Kenya cerca di essere una voce per l’Africa sulla scena mondiale

Questa settimana, il Kenya ha ospitato la visita di tre importanti personalità, a dimostrazione delle sue aspirazioni a diventare una voce di spicco per l’Africa negli affari globali
La prima visita è stata quella del primo ministro giapponese Fumio Kishida. Come parte del suo primo viaggio in Africa da quando ha assunto l’incarico nel 2021, Kishida ha intrapreso un tour di quattro nazioni – Egitto, Mozambico, Ghana e Kenya – durante la Golden Week giapponese, una settimana primaverile caratterizzata da diverse festività nazionali. Il viaggio di Kishida è stato presentato da Tokyo come un’opportunità per conquistare i Paesi in via di sviluppo dell’Africa e del resto del Sud globale in vista del vertice del Gruppo dei Sette che il Giappone dovrebbe ospitare alla fine del mese
La visita successiva è stata quella del Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, che è volato a Nairobi, capitale del Kenya, per colloqui con alti funzionari governativi e capi regionali delle agenzie delle Nazioni Unite sulla sicurezza e la situazione umanitaria in Sudan, attanagliato dalla violenza tra fazioni militari rivali che si contendono il potere
All’inizio della giornata, il Cancelliere tedesco Olaf Scholz è arrivato in Kenya nell’ambito del suo viaggio di quattro giorni in Africa orientale per discutere di energia verde, guerra in Ucraina e combattimenti in Sudan
La raffica di visite a Nairobi di questa settimana è l’ultimo segnale di un crescente riconoscimento da parte degli attori internazionali della crescente importanza dell’Africa negli affari internazionali. Negli ultimi dodici mesi, funzionari di alto profilo di una serie di Paesi, tra cui Stati Uniti, Francia, Cina, Russia e Turchia, hanno visitato diverse nazioni africane, nel quadro di un’intensificazione degli sforzi delle potenze mondiali per ottenere il favore dei governi del continente
Da parte loro, molti governi africani accolgono con favore questa competizione tra potenze straniere per l’influenza nei loro Paesi e la vedono come un percorso verso partnership che ritengono possano essere utili alle loro popolazioni e dare al continente un posto al tavolo delle decisioni nella politica globale


Iscriviti al nostro canale Telegram per aggiornamenti in tempo reale e discussioni.


About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 2063 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Politica

Tanzania: Il nuovo presidente riapre tutti i media chiusi da John Magufuli

Avendo sostituito John Magufuli, morto il mese scorso, Samia Suluhu Hassan, il nuovo presidente tanzaniano, sembra voler marcare una differenza totale dal suo predecessore. Questo in molte aree, compresa la

Tanzania

Sud Africa, Africa, il boom dei centri commerciali

La crescente domanda di centri commerciali, uno più lussuoso dell’altro, appare come un u ulteriore segno della crescita della classe media in Africa. L’aumento del potere d’acquisto e un boom nel

Repubblica Democratica Del Congo DRC

[ Sudan del Sud] Double Q Company Ltd: Una storia di successo nel mondo dell’assemblaggio di camion, festeggia 10 anni di eccellenza e innovazione.

La Double Q Company Ltd ha iniziato la costruzione di una nuova fabbrica di assemblaggio per aumentare la produzione principalmente di camion pesanti Sinotruk in Uganda. Attualmente, l’azienda, con sede