Transizione energetica: L’Africa non deve unirsi al gregge

Il Governo Federale Nigeriano ha avvertito che l’Africa non deve essere costretta a seguire la linea della transizione energetica, ma deve essere lasciata libera di definire il proprio percorso e di elaborare piani per la sua agenda di transizione.
Il Segretario Permanente del Ministero delle Risorse Petrolifere, Gabriel Aduda, lo ha dichiarato a margine del forum della Delegazione Energetica dell’Africa della Offshore Technology Conference (OTC), organizzato a Houston, in Texas.
Ha affermato che i combustibili fossili saranno ancora rilevanti per i decenni a venire e che l’Africa può solo impegnarsi in processi di estrazione e produzione più puliti.
”Dobbiamo anche fare attenzione a non creare un nuovo problema mentre cerchiamo di risolverne un altro, perché perseguire l’agenda delle energie rinnovabili significherebbe aumentare le attività estrattive per l’alluminio, il cobalto, il litio e il nichel, tra gli altri.
Dobbiamo garantire metodi più puliti nell’estrazione dei minerali che creerebbero le attrezzature per l’energia rinnovabile, tra cui i pannelli solari e le turbine eoliche”.
Ha detto che le aziende energetiche che operano nel continente africano devono affrontare una serie di sfide uniche sulla scia della transizione in corso verso un sistema energetico più sostenibile e resiliente.
Secondo lui, queste sfide includono la soddisfazione della crescente domanda di energia, la riduzione dell’impronta di carbonio delle loro attività e l’adattamento agli effetti del cambiamento climatico.
“Per affrontare queste sfide, le aziende energetiche stanno sviluppando politiche di resilienza e sostenibilità che mirano a garantire la redditività a lungo termine delle loro attività. Pur minimizzando il loro impatto sull’ambiente, queste politiche si concentrano in genere su diverse aree chiave”, ha detto.
Aduda ha detto che le aziende energetiche stanno investendo sempre più in fonti di energia rinnovabile, come l’eolico, il solare e l’idroelettrico, che aiutano a ridurre la loro dipendenza dai combustibili fossili e a diminuire la loro impronta di carbonio.
Il Segretario Permanente ha detto che molte aziende stanno anche esplorando nuove tecnologie come l’accumulo di energia e le reti intelligenti per ottimizzare l’uso delle energie rinnovabili.
“Le aziende energetiche stanno implementando misure di efficienza energetica nelle loro attività per ridurre il consumo di energia e abbassare i costi.
Ciò include misure come l’aggiornamento delle attrezzature, il miglioramento dell’isolamento e l’implementazione di sistemi di gestione dell’energia.
Le aziende energetiche stanno implementando sistemi di gestione ambientale per ridurre l’impatto delle loro operazioni sull’ambiente.
“Questo include misure come la gestione dei rifiuti, la riduzione delle emissioni e la conservazione della biodiversità”, ha spiegato Aduda.
Ha detto che le aziende energetiche stanno riconoscendo sempre più l’importanza della responsabilità sociale nelle loro operazioni.
Ha detto che la Legge sull’Industria Petrolifera (PIA 2021) in Nigeria è forte nel proteggere l’ambiente e nel collaborare con le comunità ospitanti per la sostenibilità.
Il capo del Ministero delle Risorse Petrolifere ha detto che il PIA fornisce requisiti chiari per lavorare a stretto contatto con le comunità e per l’inclusione nelle operazioni delle compagnie petrolifere.
Secondo lui, le compagnie energetiche stanno sviluppando piani di resilienza per garantire la continuità delle loro operazioni di fronte a disastri naturali e altre interruzioni.
“Questo include misure come sistemi di alimentazione di riserva, piani di risposta alle emergenze, diversificazione della catena di approvvigionamento ed efficienza.
Oltre a queste politiche specifiche, le aziende energetiche stanno anche lavorando per costruire partnership con altre parti interessate, tra cui governi, ONG e comunità locali”, ha aggiunto.
Aduda ha detto che per affrontare le sfide uniche del mercato energetico africano, l’approccio collaborativo è essenziale per costruire un sistema energetico più sostenibile e resiliente, in grado di sostenere la crescita economica e lo sviluppo della regione.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito