Il Kenya e il Belgio cercano di collaborare per la generazione di energia idroelettrica

Il Kenya e il Belgio stanno esplorando possibili joint venture nel settore energetico, tra cui l’accesso all’elettricità per le comunità che vivono lungo i fiumi del Paese dell’Africa orientale.

L’Ambasciatore belga in Kenya, Peter Maddens, ha recentemente incontrato il Segretario di Gabinetto per l’Energia e il Petrolio del Kenya, Davis Chirchir, e il segretario principale del Ministero, Alex Wachira.

Il Ministero ha detto che hanno discusso varie aree “di collaborazione reciproca nel settore energetico, compresa la tecnologia hydrobox per la fornitura di energia alle popolazioni non raggiunte dall’accesso al fiume”.

“La collaborazione tra il Kenya e il Belgio è fondamentale per lo sviluppo di investimenti pubblici e privati nel settore energetico che utilizzano le risorse eoliche, solari e geotermiche per produrre idrogeno verde, combattere il cambiamento climatico e sostenere lo sviluppo economico in Kenya”, ha affermato il Ministero.

Gli hydrobox sono piccoli impianti idroelettrici che producono fino a 700 kW e forniscono energia a prezzi accessibili attraverso mini-grid.

“Questo concetto di energia rinnovabile viene esplorato in Kenya come alternativa alle costose mini-grid di energia termica”, ha detto il Ministero.

Micro-idroelettrico per le aree rurali in Kenya
La tecnologia Hydrobox è relativamente nuova in Kenya e l’azienda HydroBox sta sviluppando diversi progetti in tutto il Paese.

Il direttore tecnico dell’azienda, John Magiro, è cresciuto in una regione a nord di Nairobi senza elettricità. Ha costruito la sua prima microcentrale idroelettrica utilizzando oggetti di uso quotidiano, fornendo elettricità a prezzi accessibili a oltre 300 famiglie.

Molti operatori del settore dell’elettrificazione rurale sono in difficoltà perché il consumo di elettricità da parte delle famiglie rurali è inferiore alle loro aspettative, afferma l’azienda sul suo sito web.

“A differenza dell’energia solare o eolica, i nostri fiumi producono elettricità 24 ore al giorno. Sfruttiamo questo vantaggio servendo tre segmenti di mercato complementari attraverso il nostro innovativo modello ABC+ (clienti Anchor, Business e Household)”.

Hydrobox sta attualmente lavorando su otto progetti in corso, alcuni dei quali dovranno essere completati quest’anno, mentre altri dovranno essere realizzati entro il 2024.

Chirchir e Wachira hanno anche discusso recentemente del settore energetico con Ole Thonke, Ambasciatore della Danimarca in Kenya. L’incontro si è incentrato sulla cooperazione Kenya-Danimarca “per migliorare lo sviluppo tecnologico esplorando nuove fonti di energia rinnovabile a prezzi accessibili”.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram 

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito