Ecco i redditizi accordi sull’abbigliamento stipulati dai governi degli Stati Uniti e del Kenya.

Sei nuovi coinvestimenti per un totale di 55 milioni di dollari (7,5 miliardi di scudi) nell’industria dell’abbigliamento sono stati concordati dal Kenya e dagli Stati Uniti. Questo porta a 20 il numero totale di accordi stipulati nell’ultimo mese, mentre l’amministrazione fa pressione per ottenere maggiori investimenti da parte degli Stati Uniti. Commercio, investimenti e industria CS Un roadshow a New York fa parte di una spedizione commerciale che Moses Kuria sta conducendo negli Stati Uniti.

I 14 accordi originali annunciati dal Presidente William Ruto al Vertice della Camera di Commercio Americana (AMCHAM) a Nairobi a marzo sono stati ampliati dall’Ambasciatore USA in Kenya Meg Whitman durante la missione commerciale in corso.

Prosper Africa e l’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID) forniscono entrambi il loro sostegno. Un programma federale chiamato Prosper Africa collega le aziende statunitensi e africane con nuovi clienti, fornitori e prospettive di investimento.

Whitman sottolinea che gli eventi recenti dimostrano quanto gli Stati Uniti siano impegnati a rafforzare i legami economici con il Kenya.

Il Governo degli Stati Uniti ha dichiarato in un comunicato che i sei nuovi coinvestimenti con aziende di abbigliamento americane e keniote collegheranno gli acquirenti americani con i produttori kenioti, generando più occupazione in Kenya e in tutti gli Stati Uniti, rendendo più semplice la conduzione degli affari insieme.

In base ai nuovi accordi, l’azienda di abbigliamento MAS Intimates istruirà i lavoratori kenioti e genererà posti di lavoro nel settore formale per migliorare la produzione di abbigliamento di alta qualità creato in Kenya.

D’altra parte, l’azienda di abbigliamento discount United garment Liquidators (UAL) incrementerà le esportazioni di capi d’abbigliamento verso il mercato statunitense costruendo uno sportello unico in Kenya che sincronizza tutte le fasi del processo di produzione da “Farm to Fashion”.

Incorporando nuove linee di produzione, Mega (Mega Sports Apparel) aumenterà la capacità produttiva dell’azienda. L’acquisto di macchinari aiuterà Coast Apparel del Kenya a migliorare la produzione e la capacità di esportazione, creando ulteriori posti di lavoro per donne e giovani. Come parte dell’accordo, Best Lifestyle, che si trova ad Athi River, aumenterà la sua produzione in Kenya e assumerà e formerà altri lavoratori.

Un impianto in Kenya sarà costruito dall’azienda di packaging Nexgen Packaging, con sede negli Stati Uniti, per produrre etichette e cartellini per abbigliamento e calzature che saranno venduti sia all’interno che all’esterno dell’Africa.

Inoltre, il Presidente William Ruto ha promesso che il Kenya rivedrà la Digital Services Tax, eliminerà l’IVA sui servizi esportati e affronterà i problemi dei rimborsi IVA.

Ruto ha assicurato agli investitori che un “regime fiscale più prevedibile” inizierà a giugno di quest’anno e che tutte le richieste di rimborso fiscale convalidate saranno pagate entro sei mesi dalla verifica.

Durante il suo discorso al Financial Services Forum-US-Kenya Business Roadshow a New York, Moses Kuria, il CS per gli Investimenti, il Commercio e l’Industria che sta guidando una missione commerciale in America, ha dichiarato che il Kenya avrebbe approvato una legislazione in sei settimane che avrebbe messo in atto le promesse del Presidente William Ruto. “Tra sei settimane, il Kenya avrà approvato una legislazione che metterà in pratica le promesse del Presidente William Ruto”, ha affermato.

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram 

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito