La cooperazione sino-africana sulla salute è più vitale che mai

La cooperazione sino-africana sulla salute è più vitale che mai

La diplomazia sino-africana in materia di assistenza sanitaria negli ultimi sessant’anni è stata straordinariamente stimolante. L’Africa, grazie al sostegno della Cina, ha sfidato le previsioni negative che hanno caratterizzato il suo sistema sanitario come l’anello più debole del mondo nella lotta contro le malattie trasmissibili e non trasmissibili.

Senza condizioni, l’assistenza sanitaria bilaterale e multilaterale della Cina all’Africa è stata fondata sul principio dell’uguaglianza e del mutuo beneficio. Questo atteggiamento aperto e inclusivo della Cina ha sostenuto i Paesi africani nel rispondere efficacemente a varie epidemie, tra cui Ebola e COVID-19.

La diplomazia strategica e gli approcci politici nel fornire prosperità condivisa nella comunità sanitaria Cina-Africa negli ultimi sei decenni sono ancorati a diversi fattori.

Il primo è rappresentato dai team medici cinesi. Dopo il raggiungimento dell’autogoverno per la maggior parte dei Paesi africani, l’Africa aveva bisogno di sviluppare il suo sistema sanitario devastato. Quando l’équipe medica francese ritirò i suoi servizi in Algeria nel 1962, il governo chiese che la comunità internazionale offrisse assistenza medica ai suoi cittadini. La Cina ha risposto immediatamente nel 1963, inviando la sua prima équipe medica nel Paese nordafricano, segnando la genesi della fornitura di aiuti medici ad altri Paesi.

Man mano che le relazioni diplomatiche cinesi e africane continuavano a fiorire, sono state inviate altre équipe mediche per fornire personale aggiuntivo agli ospedali e alle cliniche africane con poco personale.

Di conseguenza, quando l’epidemia di Ebola ha colpito l’Africa occidentale nel 2014, le équipe mediche cinesi sono state fondamentali nella lotta contro la malattia. Allo stesso modo, nel potenziare i suoi sforzi di aiuto COVID-19 in Africa, la Cina ha inviato team medici in vari Paesi africani per aiutare a combattere la pandemia. Dal 1963, diversi rapporti indicano che la Cina ha inviato più di 20.000 professionisti sanitari cinesi in Africa, a beneficio di milioni di pazienti nel continente.

Il secondo fattore è lo sviluppo delle infrastrutture. Dall’inizio del XXI secolo, la Cina ha rafforzato la cooperazione medica con l’Africa attraverso lo sviluppo delle infrastrutture. Nel 2015, dopo il secondo Forum ministeriale sullo sviluppo sanitario Cina-Africa tenutosi a Città del Capo, in Sudafrica, la Cina si è impegnata a costruire 100 ospedali e cliniche nel continente. Fedele alla sua promessa, la Cina ha continuato ad attuare il suo impegno attraverso la costruzione di strutture sanitarie ultramoderne in Africa.

Ad esempio, nel 2018, la Cina ha finanziato e costruito la più grande e una delle più avanzate strutture sanitarie dell’Africa occidentale, in Niger. Allo stesso modo, nel 2022, l’Egitto ha lanciato, con l’assistenza della Cina, un complesso di stoccaggio di vaccini automatizzato e refrigerato, con una capacità di stoccaggio fino a 150 milioni di dosi. Questa struttura garantirà la sicurezza della conservazione dei vaccini e darà impulso alla catena di approvvigionamento di vaccini in Africa, soprattutto alla luce del miliardo di dosi extra di vaccino COVID-19 dalla Cina, promesso durante il Forum 2021 sulla Cooperazione Cina-Africa a Dakar, in Senegal.

A livello continentale, la Cina ha aiutato la costruzione della sede dei Centri africani per il controllo e la prevenzione delle malattie ad Addis Abeba, in Etiopia. La sede aiuterà i Paesi del continente a sviluppare una linea di difesa per la salute pubblica, a migliorare la prevenzione e il monitoraggio delle malattie, ad accelerare la risposta alle emergenze pandemiche e a migliorare il sistema e le capacità di prevenzione e controllo della salute pubblica africana, nel tentativo di beneficiare una popolazione di circa 1,4 miliardi di persone.

Il terzo fattore è la creazione di sistemi di gestione dell’assistenza sanitaria e di coordinamento delle politiche. Per dare forma al futuro della cooperazione sanitaria sostenibile e a lungo termine, i ministri della salute cinesi e africani hanno istituito nel 2013 il Forum ministeriale sullo sviluppo sanitario Cina-Africa. Il forum è stato determinante nel mappare e sostenere i sistemi di coordinamento e gestione delle politiche sanitarie a lungo termine dell’Africa.

Il quarto fattore di ancoraggio è la promozione degli scambi di informazioni e delle tecnologie. Attraverso il Forum sulla Cooperazione Cina-Africa, la Cina ha implementato programmi di ricerca sanitaria che mirano a fornire trasferimenti di tecnologie all’avanguardia in Africa. Ad esempio, grazie alla tecnologia digitale, la Cina è stata in grado di formare i professionisti medici africani a distanza attraverso il supporto della tecnologia cloud e di condividere vari manuali digitali di prevenzione e controllo delle epidemie. La Cina ha anche offerto centinaia di migliaia di borse di studio a studenti africani per conseguire lauree in campo medico.

La diplomazia sanitaria collaborativa tra Africa e Cina sta diventando più che mai vitale per salvare vite umane e migliorare il sistema sanitario in Africa.

Pertanto, poiché l’Africa e la Cina si sforzano di costruire una comunità con un futuro condiviso nella nuova era, compresa una comunità della salute, le due civiltà dovrebbero continuare a garantire l’accesso a farmaci e forniture farmaceutiche di qualità per l’Africa. Inoltre, si dovrebbero incoraggiare ulteriori impegni bilaterali con la Cina attraverso cooperazioni di joint venture, partenariati pubblico-privato e progetti di costruzione-operazione-trasferimento per rafforzare i sistemi sanitari in Africa.


Iscriviti al nostro canale Telegram per aggiornamenti in tempo reale e discussioni.


About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 1909 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Economia

I produttori russi di fertilizzanti sono pronti a raddoppiare le spedizioni in Africa

I produttori russi di fertilizzanti minerali sono pronti a raddoppiare le spedizioni verso i Paesi africani nei prossimi cinque anni. Lo ha annunciato Andrey Guryev, presidente dell’Associazione russa dei produttori

Tanzania

La Tanzania beneficerà della collaborazione con la Cina nel settore dell’istruzione e della formazione professionale

La Tanzania può trarre vantaggio dalla collaborazione con la Cina nel campo dell’istruzione e della formazione tecnica e professionale (TVET), per consentire ai diplomati della nazione dell’Africa orientale di soddisfare

Africa Sub Sahariana

Perché i paesi africani sono riluttanti ad accettare la riduzione del debito COVID-19

Un piano di riduzione del pagamento dei debiti è stato approvato da alcuni dei maggiori istituti di credito del mondo per più di 25 paesi africani. L’accordo include la Banca