Le criptovalute saranno trattate come prodotti finanziari in Sudafrica, nell’ottica di una migliore regolamentazione degli asset digitali.

- Advertisement -
“I requisiti di licenza che deriveranno da questa classificazione promuoveranno standard elevati nel settore, in particolare in relazione alla protezione dei consumatori, con i potenziali investitori in grado di identificare facilmente i fornitori che soddisfano i requisiti normativi”, ha affermato Marius Reitz, direttore generale per l’Africa della piattaforma di criptovalute Luno, in una dichiarazione inviata via e-mail. “Un altro vantaggio chiave è che dovrebbe consentire ai consulenti finanziari di consigliare formalmente i loro clienti sugli investimenti in cripto”.

In Sudafrica, dove Global Web Index stima che circa il 15% della popolazione investirà in bitcoin nel 2020, l’industria nascente ha già visto dei crolli, tra cui la scomparsa di Mirror Trading International lo scorso anno, con perdite per un totale di circa 1,2 miliardi di dollari. La Reserve Bank sudafricana ha lavorato con altre autorità di regolamentazione per riconoscere le monete come prodotti finanziari, al fine di renderle più facili da monitorare dal punto di vista del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo.

“Questo passo aiuterebbe la chiarezza, la protezione degli utenti e la necessaria fiducia nell’ecosistema”, ha dichiarato Hannes Wessels, responsabile nazionale della borsa di criptovalute Binance Sudafrica.

- Advertisement -

Per restare aggiornato, iscriviti al canale Telegram

Approfondisci

Articoli Recenti

Iscriviti alla newsletter

Riceverai ogni settimana una analisi ragionata sugli ultimi articoli del sito