Il venture capital per le startup africane raggiungerà i 7 miliardi di dollari nel 2022

Il venture capital per le startup africane raggiungerà i 7 miliardi di dollari nel 2022

In quasi tutte le regioni, le startup hanno raccolto molto meno capitale di rischio nel secondo trimestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo del 2021; l’Africa è l’unica eccezione. Tra gennaio e giugno, nessun’altra regione si è avvicinata alla crescita dei finanziamenti del continente.

Se il tasso di crescita semestrale dovesse persistere fino a dicembre, il 2022 sarà un nuovo anno record per la quantità di investimenti in capitale di rischio raccolti dalle startup africane. La cifra magica sarà di 7 miliardi di dollari, secondo l’African Venture Capital and Private Equity Association (AVCA), un gruppo di investitori del continente. L’anno scorso è stato registrato un record di 5,2 miliardi di dollari.

Il rapporto dell’AVCA ha analizzato le operazioni per i primi sei mesi del 2022, mostrando che 3,5 miliardi di dollari sono stati raccolti da 300 aziende uniche in più di 440 operazioni. Questa cifra in dollari rappresenta solo l’1% dei finanziamenti VC globali nel periodo, ricordando che l’Africa riceve ancora una quota minima della generosità del finanziamento delle startup a livello mondiale. Allo stesso tempo, il raddoppio del valore delle transazioni rispetto al 2021 ha mostrato “la profondità delle opportunità e il potenziale che il continente ha da offrire”, ha affermato il rapporto.

Cosa ha spinto i finanziamenti di venture capital africani ad aumentare?
A livello globale, i finanziamenti VC si sono ridotti del 3% nella prima metà di quest’anno rispetto all’anno scorso, con i maggiori cali nel secondo trimestre, producendo quello che alcuni hanno definito un “crollo silenzioso”. Nel frattempo, quelli dell’Africa sono aumentati del 133%. Perché?

Oltre alla percezione che le opportunità di investimento abbondano in Africa, i governi africani possono essere accreditati per gli sforzi volti a “consentire all’imprenditoria e agli investimenti di prosperare”, afferma AVCA.

Un esempio di tali sforzi è quello di Zanzibar, dove il governo sta creando ‘Silicon Zanzibar’, con incentivi fiscali e requisiti più facili per i visti di lavoro, per attirare le aziende tecnologiche. Un’iniziativa simile a bassa tassazione è in corso nello Zambia, con l’obiettivo di farne l'”Estonia o Singapore dell’Africa”, come l’ha descritta uno dei partecipanti ad aprile. Flutterwave, Chipper Cash e Kuda Bank sono tra le numerose startup che stanno cercando di entrare in scena per trarne vantaggio.

L’altro ingrediente che si suppone attragga il VC in Africa contro le probabilità dei venti di coda macroeconomici globali è che la crescita del 3,7% prevista per l’Africa subsahariana per il secondo semestre di quest’anno supera le cifre dell’America Latina, dell’Europa e della media globale (2,9%). Nel complesso, non sorprende che almeno 16 fondi VC focalizzati sull’Africa abbiano chiuso la loro raccolta o abbiano raggiunto una pietra miliare del processo.

Quando questi fondi inizieranno a distribuirsi, AVCA prevede che la loro attività “garantirà la salute moderata a breve termine del settore”. Il gruppo prevede che il volume delle transazioni VC raggiungerà i 900 entro la fine dell’anno, più di un terzo in più rispetto alle 650 transazioni del 2021.

Può essere utile temperare questa proiezione con la realtà che si sta delineando. Nel terzo trimestre di quest’anno, i finanziamenti VC per le startup africane si sono ridotti del 53% rispetto all’anno scorso, secondo The Big Deal, una newsletter che tiene traccia della raccolta fondi in Africa. Si sono conclusi sei trimestri di crescita trimestrale positiva anno su anno ed è stato il primo trimestre dal Q3 2021 in cui l’Africa non ha raccolto 1 miliardo di dollari. Tuttavia, l’aumento dell’attività negli ultimi tre mesi di quest’anno potrebbe compensare il calo, producendo l’anno record previsto da AVCA.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 777 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Rwanda

Indetto il bando di gara per i lavori di costruzione della diga Ruzizi III

La Repubblica democratica del Congo e il Ruanda stanno co-costruendo attraverso un partenariato pubblico-privato la diga Ruzizizi III (147 MW). L’impianto fornirà 30 milioni di persone in una regione in

Hi Tech & Internet

Il turismo virtuale in Africa si sviluppa in mezzo alla pandemia del coronavirus.

DW racconta come la pandemia sta cambiando l’approccio al turismo in Africa. I paesi africani offrono ai turisti di tutto il mondo la possibilità di viaggiare per il continente e

Africa Sub Sahariana

Che cosa porterà il 2016 all’Africa

La narrativa di un continente in crescita è stata bruscamente scossa negli ultimi tempi, con il calo dei prezzi del petrolio e delle materie prime che hanno danneggiando molte delle maggiori