L’Ucraina invita i Paesi africani a condannare l’invasione russa

L’Ucraina invita i Paesi africani a condannare l’invasione russa

L’Ucraina sta facendo appello ai Paesi africani affinché cambino la loro posizione e inizino a condannare l’invasione russa del suo territorio, nell’ultima spinta diplomatica per cercare il sostegno del continente.

Dmytro Kuleba, Ministro degli Esteri ucraino, giovedì ha dichiarato ai giornalisti africani di essere soddisfatto della “giusta direzione” intrapresa da alcuni Paesi che si sono astenuti o hanno votato a favore di una risoluzione delle Nazioni Unite per condannare il referendum della Russia per annettere i territori ucraini. Ha detto, tuttavia, che è necessario mostrare un maggiore sostegno contro la guerra.

“Il mondo è unito nel sostegno all’Ucraina, compresi molti Paesi africani”, ha detto Kuleba in un briefing stampa digitale dall’Ucraina. “Uno schiacciante numero di 143 Stati membri delle Nazioni Unite ha votato a favore della risoluzione per difendere l’integrità territoriale dell’Ucraina”.

“Sono stato particolarmente lieto di vedere che tutti e quattro i Paesi che ho visitato in Africa – Senegal, Costa d’Avorio, Ghana e Kenya – hanno appoggiato questa risoluzione. Sono profondamente grato per la loro chiara posizione”.

Kuleba si riferiva al voto di mercoledì dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il secondo in un anno, in cui la Russia è stata rimproverata per aver invaso i territori ucraini dopo l’annessione di Donetsk e Luhansk, nell’est dell’Ucraina, e di Kherson e Zaporizhzhia, nel sud del Paese, a seguito di un ‘referendum’ in cui Mosca ha affermato che la popolazione locale aveva votato ‘a stragrande maggioranza’ per unirsi alla Russia.

Russia, Bielorussia, Corea del Nord, Siria e Nicaragua hanno votato contro la risoluzione dell’ONU, ma il risultato complessivo di 143-5 significa che l’ONU ha respinto i referendum, con 35 membri che si sono astenuti.

Il voto di mercoledì ha superato quello di marzo, in cui l’Assemblea ha approvato una risoluzione che condannava l’invasione della Russia in Ucraina a febbraio e ne chiedeva la fine. All’epoca, l’Eritrea fu l’unico Paese africano a votare per la Russia. Mercoledì, Asmara si è astenuta dal voto sull’annessione dei territori ucraini.

Nella regione, anche Ruanda, Repubblica Democratica del Congo e Somalia hanno votato a favore della risoluzione, mentre Tanzania, Uganda, Burundi ed Etiopia si sono astenuti.

Tre Paesi africani: Senegal, Madagascar e Angola, che si sono astenuti nel voto delle Nazioni Unite del marzo 2022 che condannava l’invasione russa dell’Ucraina, hanno poi cambiato posizione e votato a favore della risoluzione di mercoledì che denuncia l’annessione russa di quattro regioni ucraine.

Il signor Kuleba ha affermato che il sostegno all’integrità territoriale dell’Ucraina non era l’obiettivo della sua visita in Africa, ma piuttosto quello di far progredire le relazioni tra il suo Paese e il continente.

La settimana scorsa, il Ministro era impegnato in un tour ufficiale in Africa, dove ha visitato il Senegal, la Costa d’Avorio, il Ghana e il Kenya, prima di interrompere il viaggio dopo che la Russia ha lanciato dei missili in Ucraina lunedì scorso, facendo aumentare il conflitto tra i due Paesi dell’Europa orientale, che dura ormai da otto mesi.

Il tour, ha detto Kuleba, aveva lo scopo principale di “costruire nuove partnership di qualità tra l’Ucraina e le nazioni africane”, basate sui pilastri del rispetto reciproco, del sostegno e dei benefici, e “non dirette contro alcun Paese terzo”.

Ha detto che l’Ucraina migliorerà i suoi legami in Africa con un programma di formazione rivolto ai diplomatici africani, oltre a frequenti scambi. Il programma di formazione e scambio di diplomatici è uno dei primi frutti del tour di quattro giorni di Kuleba in Africa, con il crescente sostegno all’Ucraina all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

“Ci sono molte cose che le nazioni africane possono ottenere dall’Ucraina”, ha detto il Ministro, elencando la fornitura affidabile di grano, tecnologia, energia e istruzione attraverso programmi di scambio di studenti, una volta che la normalità sarà ripresa.

“Abbiamo firmato dei memorandum in base ai quali l’Ucraina fornirà formazione ai diplomatici africani in vari settori”, ha detto Kuleba ai giornalisti africani durante una conferenza stampa dopo il suo tour in Africa giovedì.

“Allo stesso modo, i diplomatici ucraini saranno felici di imparare dall’esperienza delle scuole diplomatiche dei Paesi africani”.

Durante la sua visita, il signor Kuleba è stato accompagnato da una delegazione imprenditoriale che ha tenuto dei forum d’affari in ciascuno dei quattro Paesi che ha visitato, mentre il consigliere speciale dell’Ucraina per gli affari africani continua a visitare il continente nel tentativo di far progredire le relazioni.

Le relazioni commerciali, soprattutto nel commercio di cereali, sono vantaggiose per entrambi i Paesi.

All’indomani dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, molti Paesi africani hanno registrato un’impennata esponenziale dei prezzi dei prodotti alimentari e delle materie prime, aggravata dalla siccità e dai conflitti interni.

La maggior parte dei Paesi del continente sono importatori netti di cibo, e molti ricevono oltre il 70 percento del loro grano dalla Russia e dall’Ucraina.

Il successo degli sforzi compiuti a luglio per garantire che il grano ucraino arrivasse ai Paesi africani colpiti dalla fame ha contribuito a tenere a bada i prezzi, ma il recente bombardamento da parte della Russia rischia di invertire gli sforzi, ha detto Kuleba.

Per Kyiv, continuare a commerciare con i Paesi africani le consentirà di raccogliere fondi sufficienti per organizzare una forte difesa contro Mosca.

“Vincere la guerra non sarà possibile per l’Ucraina se non avremo fondi sufficienti per finanziarla. Dobbiamo quindi continuare a commerciare in modo proattivo e trovare nuovi partner commerciali per mantenere aperte le fonti di reddito del nostro Paese”, ha detto Kuleba.

“Ogni missile russo non colpisce solo gli ucraini, [ma] danneggia anche la qualità della vita degli africani. Ecco perché è così importante sostenere l’Ucraina, in modo da poter porre fine a questa guerra al più presto. È nell’interesse di tutti”.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 777 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Africa Sub Sahariana

Gli Stati Uniti e le nuove relazioni commerciali con l’Africa

Dopo che lo scorso anno il presidente Barack Obama ha esteso l’accesso preferenziale per le nazioni africane ai mercati degli Stati Uniti per dieci anni, la sua amministrazione sta rivalutando

Africa del Sud

Nigeria, Saipem iniziato il collaudo per l’impianto di fertilizzanti più grande del mondo del gruppo Dangote

Il progetto per un impianto di fertilizzanti da 2 miliardi di dollari del Dangote Group, che è nella fase finale di costruzione nella capitale commerciale di Lagos, dovrebbe essere pronto

Africa Sub Sahariana

L’Unione Europea ed Eurasiatica: L’importanza per l’Unione Africana

Comprensibilmente, l’Unione Africana, organizzazione panafricana che riunisce 55 Stati africani, ha il mandato legittimo di costruire relazioni esterne con istituzioni e organizzazioni esterne all’Africa. L’UA ha stabilito relazioni di lavoro