Lo Zimbabwe vuole costruire una riserva strategica di metalli preziosi e diamanti

Lo Zimbabwe vuole costruire una riserva strategica di metalli preziosi e diamanti

In Zimbabwe, il governo sta valutando l’introduzione di un regolamento che richiederà ai minatori di oro, diamanti e platino di pagare metà delle royalties minerarie dovute in natura. Questa misura proposta dal Ministero delle Finanze ha lo scopo di costituire una riserva di minerali che serva come “fonte affidabile”, secondo una lettera inviata al Ministero delle Miniere e riportata da Bloomberg.

Per raggiungere questo obiettivo, le autorità hanno avviato delle consultazioni con le aziende attive nei prodotti minerari in questione, ossia le filiali delle società sudafricane Anglo American Platinum, Sibanye-Stillwater e Impala Platinum. Anche altre aziende come Caledonia Mining, attiva nel settore dell’oro, dovrebbero essere preoccupate.

Come promemoria, lo Zimbabwe sta attraversando una crisi economica da diversi anni, caratterizzata da una caduta del valore della valuta locale e da un tasso di inflazione annuale record (191% nel giugno 2022).

Il settore minerario è considerato dal Governo come una risorsa per migliorare la situazione, come dimostra l’introduzione, qualche mese fa, di una vendita di monete d’oro del peso di un’oncia, coniate con oro estratto dalle miniere locali. Secondo il FMI, la misura ha già contribuito a ridurre la liquidità del dollaro dello Zimbabwe, spingendo addirittura la banca centrale a considerare l’introduzione di monete d’oro più piccole, fino a un decimo di oncia, nel corso di quest’anno.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 777 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Tanzania

La Tanzania punta a 3 miliardi di dollari di esportazioni ortofrutticole entro il 2025

Arusha. Il governo prevede di rientrare in possesso di otto aziende di orticoltura di pregio, sebbene “elefante bianchi”, sui pendii meridionali del Monte Meru, nella regione di Arusha. Annunciando la

Economia

Cemento: il nuovo petrolio dell’Africa.

L’uomo più ricco dell’Africa, Aliko Dangote, sta cercando di diventare il leader del mercato del cemento, la materia prima che si trova al centro del boom delle infrastrutture nell’intero continente Africano.

Nigeria

Nigeria, 200 Milioni dalla della Banca Mondiale per lo sviluppo di Lagos

Il governo della Nigeria ha approvato un prestito di $ 200 milioni di dollari, erogato da da un’agenzia della Banca Mondiale per lo sviluppo delle infrastrutture nello stato di Lagos,