La Mauritania si prepara a studiare i suoi gasdotti offshore

La Mauritania si prepara a studiare i suoi gasdotti offshore

Come logico proseguimento del recente sviluppo della sua strategia del gas (Gas Master Plan), la Mauritania ha appena lanciato – attraverso la Société Nationale Industrielle et Minière (SNIM) – una consultazione internazionale limitata per lo studio di fattibilità della sua rete di gasdotti offshore.

Ciò giunge opportunamente in vista del ‘primo gas’ della fase 1 di Grand Tortue/Ahmeyin (GTA) previsto per il 2023, nell’ imminenza della firma della decisione finale di investimento (FID) della fase 2 prevista per la fine del 2022, nonché delle promesse di sviluppo del gigantesco giacimento di gas offshore BirAllah, le cui riserve iniziali sono stimate tra 50 e 80Tcf.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 777 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Angola

L’Africa e l’ipocrisia energetica dell’Europa

Gli africani denunciano l’ipocrisia energetica dell’Europa I ricchi Paesi europei che hanno cercato di bloccare il finanziamento di progetti di combustibili fossili in tutta l’Africa, ora si affannano per assicurarsi

Energia

Il futuro energetico della Tanzania: il mega progetto LNG

Il Governo della Tanzania e i suoi partner, tra cui Equinor, Shell ed ExxonMobil, hanno annunciato la firma dello storico Accordo di Governo Ospitante (HGA), che darà il via libera

Energia

KENYA: EDFI e Oikocredit investono 8 milioni di dollari nei kit solari di Solar Panda

L’Iniziativa di finanziamento dell’elettrificazione (EDFI ElectriFI) sostiene l’elettrificazione rurale in Kenya. In un round di finanziamento di serie A, il programma finanziato dall’Unione Europea (UE) ha collaborato con l’investitore d’impatto