Tanzania, Perché adesso il focus è sui fertilizzanti

Tanzania, Perché adesso il focus è sui fertilizzanti

Di fronte al clima sempre più imprevedibile e ai costi alle stelle dei prodotti agricoli, la maggior parte dei piccoli agricoltori è ora costretta ad affidarsi all’agricoltura tradizionale senza l’applicazione di fertilizzanti.I coltivatori che possiedono meno di un ettaro di terreno per la coltivazione di diverse colture come canna da zucchero, riso, mais, soia, per citarne solo alcune, stanno affrontando difficoltà nel sostenere i prezzi di mercato dei fertilizzanti, cosa che porterebbe sicuramente a un calo della produttività.

A dicembre 2021, le attività agricole rappresentavano quasi il 30 percento del Prodotto Interno Lordo (PIL) della Tanzania e quasi il 75 percento della popolazione del Paese vive in aree rurali.

Ci sono circa 3,7 milioni di piccoli agricoltori, quindi è fondamentale puntare sui sistemi agricoli su piccola scala.

Il costo dei fertilizzanti era già elevato a seguito delle ricadute economiche causate dall’epidemia di Covid-19, la guerra Russia-Ucraina ha peggiorato la situazione.

A marzo di quest’anno, la Tanzania Fertilizer Regulatory Authority (TFRA) ha rilasciato una dichiarazione per regolare il prezzo dei fertilizzanti venduti in Tanzania.

In media, i sacchi di fertilizzante da 50 kg sono stati venduti tra i 73.468 e i 75.526 scellini, mentre i sacchi da 25 kg avevano un prezzo indicativo tra i 32.734 e i 33.763 scellini.

Bakari Mkangamwa, un rappresentante delle Società Cooperative di Marketing Agricolo (Amcos), ha detto a Bashe, il Ministro dell’Agricoltura, che gli agricoltori stanno attualmente sostenendo costi operativi elevati rispetto ai rendimenti.

Mkangamwa ha detto che sono soggetti a bassi rendimenti perché non hanno denaro sufficiente per acquistare fertilizzanti appropriati, costringendoli a dipendere dai metodi tradizionali di coltivazione che non producono i risultati attesi.

“L’intervento del Governo è necessario perché i fertilizzanti sono venduti a prezzi elevati. Poiché utilizziamo solo le conoscenze tradizionali sull’applicazione dei fertilizzanti, subiamo enormi perdite”, ha lamentato.

“Vogliamo aumentare i nostri raccolti, quindi abbiamo bisogno di più fertilizzanti. Sono fondamentali se vogliamo cambiare il settore agricolo del Paese. Quindi, un semplice intervento governativo porterà a risultati enormi che andranno a beneficio sia del Governo che degli agricoltori”, ha aggiunto.

Secondo lui, le sovvenzioni per i fertilizzanti agli agricoltori ridurranno il prezzo dei prodotti chimici, aumenteranno la loro disponibilità e influenzeranno l’efficienza e la produzione a livello agricolo.

La signora Mwanaidi Athuman, un’agricoltrice del villaggio di Kidete, distretto di Kilosa, Regione di Morogoro, ha detto: “Sebbene l’applicazione tempestiva e i tipi di fertilizzanti applicati siano fondamentali per aumentare la produttività agricola, gli agricoltori sono delusi quando non li ricevono”.

È dell’idea che, poiché la concimazione è uno dei metodi più importanti nella produzione agricola, la fornitura di fertilizzanti sovvenzionati avrà un impatto positivo sugli agricoltori, soprattutto quando saranno in grado di ottenere i prodotti appropriati in tempo.

Pertanto, questi rinnovati sforzi per stimolare e commercializzare il settore, migliorando l’accesso degli agricoltori alle varietà di sementi migliorate e ai fertilizzanti sovvenzionati, contribuiranno ad aumentare drasticamente la produttività agricola del Paese.

Tuttavia, il grido di protesta di cui sopra, che rappresenta la voce di molti agricoltori di ogni angolo del Paese, è stato ascoltato in seguito alla decisione del Governo di reintrodurre i sussidi per i fertilizzanti, cosa che aumenta l’accesso tra i piccoli agricoltori.

Interventi del Governo

Bashe ha dichiarato a The Citizen che nella sua missione di rivoluzionare l’agricoltura del Paese, la Presidente Samia Suluhu Hassan lancerà i programmi di sovvenzione per i fertilizzanti del Paese durante la Giornata Internazionale degli Agricoltori 2022, nota come Nane Nane Day, che si terrà nella Regione di Mbeya.

“Il Governo si è impegnato a fornire un pacchetto di sovvenzioni di 150 miliardi di scudi per l’importazione e la distribuzione di fertilizzanti da destinare ai piccoli agricoltori nell’anno finanziario 2022/23”, ha dichiarato.

“Questo è in risposta all’impennata dei prezzi delle materie prime a livello mondiale, a causa dell’impatto del Covid-19 e dell’aggressione della Russia all’Ucraina”, ha aggiunto il Ministro, che è anche legislatore della circoscrizione urbana di Nzega.

Bashe ha detto che il Governo ha anche reintrodotto il Sistema di Approvvigionamento di Fertilizzanti alla rinfusa (FBPS), attraverso il quale entrerà in vigore il tetto massimo dei prezzi dei fertilizzanti, cosa che impedirà ai commercianti di aumentare arbitrariamente i prezzi dei fertilizzanti, come si è visto negli ultimi mesi.

Secondo quanto riportato, i commercianti senza scrupoli hanno aumentato i prezzi in modo arbitrario, citando l’impatto della pandemia Covid-19 e della guerra Russia-Ucraina.

A volte, l’aumento dei prezzi non è giustificato, per cui la decisione del Governo ha cercato di ripristinare l’FBPS e quindi di controllare i prezzi.

“Non esiterò a revocare la licenza di qualsiasi azienda che non applicherà l’FBPS e se dovesse accadere che tutte le aziende registrate sfidino le direttive del Governo, non avrò altra alternativa che deregistrare le aziende”, ha dichiarato.

“So che il Paese dovrà affrontare una certa carenza di fertilizzanti tra qualche mese, dopodiché la situazione tornerà alla normalità”, ha sottolineato Bashe.

I prezzi dei fertilizzanti in Tanzania, essendo principalmente una merce importata da fornitori internazionali, dipende principalmente dai prezzi globali delle materie prime e dei trasporti l.

Uno studio sulla fornitura di fertilizzanti in Tanzania stima che il costo medio di consegna del fertilizzante a diversi centri commerciali regionali del Paese sia superiore a 600 dollari per tonnellata.

Di questo prezzo, il prezzo della merce Free-on-Board (FoB) alla fonte rappresenta il 65 percento del prezzo totale, mentre il trasporto dal porto di spedizione a Dar es Salaam e ai centri commerciali rappresenta il 22 percento.

Tuttavia, il Ministro ha accertato che i sussidi hanno tradizionalmente svolto un ruolo importante nella determinazione dei prezzi dei fertilizzanti, dove agiscono come un incentivo per incrementare la produzione riducendo i costi e, allo stesso tempo, rappresentano l’elemento più importante della spesa pubblica in agricoltura.

La disponibilità e l’uso, la qualità e il prezzo dei fertilizzanti sono risultati importanti in termini di aumento dell’uso dei fertilizzanti e di incremento della produzione agricola.

Parola di Kabudi

Ma il legislatore di Kilosa, Prof Palamagamba Kabudi, ha detto: “Il programma di fertilizzanti sovvenzionati è molto necessario, apprezzando la reintroduzione da parte del Governo”.

Secondo lui, la mossa alimenterà la nostra ambizione di trasformare il rione di Kidete, situato nel distretto, come centro del Paese per le cipolle rosse.

Inoltre, l’ex Ministro del Consiglio dei Ministri ha detto che l’aumento dei prezzi per quanto riguarda l’accesso ai fertilizzanti, gli agricoltori, per lo più appartenenti a famiglie a basso reddito, sono stati lasciati fuori e non sono riusciti ad acquistare quantità adeguate di fertilizzanti, nonostante siano molto richiesti.

I piani della TFRA sull’FBPS

Durante un’intervista rilasciata a una radio locale il 19 luglio 2022, il direttore esecutivo dell’Autorità di Regolamentazione dei Fertilizzanti della Tanzania (TFRA), Dr. Stephan Ngailo, ha dichiarato che il Governo ha preparato un sistema che affronterà le sfide registrate durante i passati sistemi di distribuzione dei sussidi agli agricoltori.

Ha detto che gli importatori di fertilizzanti, i distributori, i commercianti e gli agricoltori beneficiari saranno registrati elettronicamente per garantire che solo gli agricoltori previsti ricevano i fertilizzanti sovvenzionati.

“La registrazione sarà effettuata dai rispettivi funzionari di divulgazione nelle circoscrizioni e nei villaggi, con la collaborazione e la conferma dei presidenti dei villaggi. In seguito, tutte le informazioni degli agricoltori saranno registrate nel sistema elettronico, al fine di facilitare il processo di distribuzione”, ha detto.

“I produttori o gli importatori di fertilizzanti dovranno utilizzare sacchetti speciali per l’imballaggio dei fertilizzanti.

I materiali di imballaggio avranno codici di risposta rapida (QR) e un’etichettatura che informerà gli agricoltori che si tratta di un fertilizzante sovvenzionato che deve essere acquistato a un prezzo specifico”, ha aggiunto.

Durante l’intervista, la direttrice ad interim del TFRA, Bulk Procurement System (BPS), signora Elizabeth Bole, ha detto che i fertilizzanti commercializzati alle condizioni di sovvenzione non sono un concetto nuovo, ma che sono stati apportati alcuni miglioramenti rispetto a quanto avveniva in passato.

“I miglioramenti mirano a colmare le lacune e le appropriazioni indebite che andavano a beneficio di altri individui invece che degli agricoltori previsti”, ha detto, precisando che i beneficiari sono quelli registrati nel sistema elettronico.

Secondo lei, la registrazione degli agricoltori fornirà il nome, il villaggio e le dimensioni della loro azienda agricola, cosa che fornirà un quadro della quantità di fertilizzante che sarà richiesta.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 682 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Hi Tech & Internet

Amazon apre in Sud Africa

Il commercio elettronico continua ad essere un “big thing” in Africa, e una ultetriore conferma ci arriva oggi da Blooomberg, che riporta che Amazon ha annunciato l’apertura di un ufficio

Angola

Angola: Eurobond per 1.5 miliardi

L’ Angola ha emesso il suo primo Eurobond con l’obiettivo di raccogliere $ 1,5 miliardi per lo sviluppo economico a lungo termine. La nazione africana, ricca di petrolio, ha emesso

Economia

Nigeria, 200 Milioni dalla della Banca Mondiale per lo sviluppo di Lagos

Il governo della Nigeria ha approvato un prestito di $ 200 milioni di dollari, erogato da da un’agenzia della Banca Mondiale per lo sviluppo delle infrastrutture nello stato di Lagos,