La Somalia rinnova la spinta per entrare a far parte della Comunità dell’Africa Orientale

La Somalia rinnova la spinta per entrare a far parte della Comunità dell’Africa Orientale

La Somalia ha rinnovato l’interesse ad aderire alla Comunità dell’Africa Orientale (EAC), rafforzando il desiderio del Presidente Hassan Sheikh Mohamud di stabilizzare i legami con i vicini.Il Presidente Mohamud, che ha vinto le elezioni presidenziali a maggio, è atteso ad Arusha come ospite speciale per partecipare al 21° Vertice Ordinario dei Capi di Stato dell’EAC. E Villa Somalia, la sua residenza ufficiale, ha detto che il suo viaggio servirà anche a rinnovare la sua spinta per entrare nel blocco regionale.

“Il Presidente Hassan Sheikh Mohamud partirà domani (giovedì) per Arusha, in Tanzania, per cercare di ottenere il sostegno per l’adesione alla Comunità dell’Africa Orientale (EAC), che, se possibile, andrà a beneficio del popolo somalo”, ha dichiarato il suo ufficio mercoledì.

Mohamud aveva tentato di aderire all’EAC durante il suo primo mandato tra il 2012 e il 2017, ma il blocco aveva inizialmente rifiutato la richiesta, citando gli sporadici conflitti e la debolezza delle istituzioni somale. Ma Mogadiscio ha ritrovato la speranza dopo l’ammissione del Sudan del Sud, altrettanto travagliato, nel 2016.

Nel 2019, l’allora Presidente Mohamed Farmaajo ha ripresentato la sua candidatura insieme alla Repubblica Democratica del Congo. Lo scorso febbraio, il blocco ha deciso di iniziare ad ammettere Kinshasa, ma ha ritardato la decisione su Mogadiscio, in attesa della verifica da parte di un team di esperti per determinare la preparazione della Somalia.

“Il vertice ha preso atto che l’esercizio di verifica per l’ammissione della Repubblica Federale di Somalia nella Comunità dell’Africa Orientale non è stato intrapreso e ha incaricato il Consiglio di procedere”, ha dichiarato l’EAC dopo un vertice dello scorso anno.

Se il blocco inizia a verificare lo status della Somalia, Mogadiscio potrebbe non essere ammessa prima di un anno, in base alle precedenti procedure di ammissione.

Gli Stati partner dell’EAC sono Kenya, Tanzania, Uganda, Ruanda, Burundi, Sud Sudan e RD Congo. I Paesi diventano membri del blocco quando soddisfano alcune condizioni stabilite nel Trattato del 1999 per l’istituzione della Comunità dell’Africa Orientale. Tali condizioni includono il rispetto dei principi universali di buon governo, democrazia, stato di diritto, rispetto dei diritti umani e altre libertà civili.

Alcuni degli ultimi entrati, tuttavia, si sono dimostrati deboli su questi fronti e i funzionari hanno sostenuto di essere stati ammessi per influenzarli verso una migliore governance, invece di lasciarli morire. La Somalia è già membro del Mercato Comune per l’Africa Orientale e Meridionale (Comesa), un blocco commerciale di 21 Paesi dell’Africa settentrionale, orientale, centrale e meridionale, che oggi comprende la maggior parte dei membri dell’EAC.

Con la sua lunga linea costiera, la Somalia potrebbe fornire un ulteriore accesso al mare e i somali potrebbero beneficiare della libera circolazione all’interno del blocco, rispetto alla situazione attuale in cui hanno bisogno di un visto. Tuttavia, i problemi di sicurezza della Somalia, tra cui la recrudescenza di Al-Shabaab, significa che il blocco potrebbe anche essere coinvolto in un problema comune.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 682 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Politica

RDC: Tshisekedi si affida al premier Lukonde per una leadership senza intoppi

Dopo la sua nomina da parte del presidente Félix Tshisekedi il 15 febbraio, il primo ministro Jean-Michel Sama Lukonde ha iniziato il lavoro fondamentale di costituire il suo governo. Egli

Politica

Biden abbandona l’accordo commerciale di Uhuru con Trump

L’amministrazione Biden ha lanciato giovedì una nuova partnership strategica per il commercio e gli investimenti con il Kenya, sostituendo un accordo che il governo dell’ex presidente Donald Trump aveva stipulato

Politica

Francia: Il ‘nuovo partenariato’ di Macron può avere successo?

Il 28 novembre 2017, pochi mesi dopo una vittoria sostanziale nella sua prima elezione presidenziale, Emmanuel Macron si è presentato all’Università di Ouagadougou in Burkina Faso.In un discorso di due