La Tanzania riceverà un prestito dal FMI di 2,4 trilioni di scellini

La Tanzania riceverà un prestito dal FMI di 2,4 trilioni di scellini

La Tanzania riceverà un totale di 1,046 miliardi di dollari (2,4 trilioni di scellini) dal Fondo Monetario Internazionale (FMI) nell’arco di 40 mesi, nel tentativo di aiutare l’economia del Paese a far fronte alle conseguenze della guerra in Ucraina, mentre si sta riprendendo dagli effetti della pandemia globale Covid-19.”Le ricadute della guerra in Ucraina stanno bloccando la graduale ripresa dell’economia tanzaniana dalla pandemia Covid-19, esacerbando le sfide di sviluppo e di riforma del Paese per liberare il suo potenziale economico”, ha detto l’FMI in una dichiarazione che è stata rilasciata a The Citizen.

Negli ultimi mesi, la Tanzania, come molti altri Paesi del mondo, ha visto un aumento dei prezzi di una serie di prodotti, tra cui il carburante, il grano, i fertilizzanti e l’olio da cucina, principalmente a causa dell’aumento della domanda, mentre l’economia globale si riprende dalla pandemia Covid-19 e dell’interruzione dei canali di consegna delle materie prime a causa della guerra in Ucraina.

Ciò ha costretto l’amministrazione del Presidente Samia Suluhu Hassan a proporre una serie di misure nel tentativo di trovare un equilibrio tra la riduzione del costo della vita, che sta aumentando vertiginosamente, e il mantenimento del ritmo di investimenti in mega progetti infrastrutturali, creando al contempo un ambiente favorevole alla prosperità del settore privato.

Sebbene non ci sia stata una reazione immediata da parte del Governo, è risaputo che l’Amministrazione del Presidente Samia stava sovvenzionando il prezzo del carburante per renderlo accessibile agli automobilisti e ai produttori.

Alla luce di questi sviluppi, il FMI ha espresso il suo sostegno al piano di stimolo economico della Tanzania; i suoi esperti hanno affermato che il Paese avrà bisogno di aiuto per realizzare le riforme e liberare il suo potenziale economico.

La Tanzania riceverà immediatamente l’equivalente di 151,7 milioni di dollari (circa 349 miliardi di tzs ). Aveva già ricevuto un prestito di 567 milioni di dollari (circa 1.300 miliardi di tzs ) alla fine del 2021 per soddisfare le sue esigenze più urgenti, quando la pandemia di Covid-19 aveva ostacolato il suo sviluppo economico, in particolare nel settore del turismo.

Il progetto – che è stato annunciato lunedì – fa parte della Extended Credit Facility (ECF) e ha lo scopo di aiutare a finanziare le riforme per migliorare la stabilità finanziaria della Tanzania, realizzare investimenti pubblici e sostenere il settore privato.

“Riconoscendo i solidi risultati della Tanzania nell’attuazione delle riforme, i direttori hanno appoggiato le richieste delle autorità di un accordo ECF per soddisfare le pressanti esigenze di finanziamento”, ha dichiarato il vice direttore generale del FMI e presidente ad interim del Consiglio esecutivo, Bo Li, nel comunicato.

Ha detto che il Consiglio di amministrazione dell’FMI è giunto alla decisione dopo essersi reso conto che il programma sostenuto dall’FMI avrebbe contribuito a catalizzare ulteriori finanziamenti esterni, a sostenere una ripresa graduale aumentando la spesa sociale e per lo sviluppo, e ad ancorare il Piano di Sviluppo Nazionale della Tanzania.

“I direttori hanno accolto con favore l’impegno delle autorità a riequilibrare la spesa verso la spesa sociale e a migliorarne l’efficienza e l’esecuzione. Hanno sottolineato che la creazione di spazio fiscale aggiuntivo per la spesa prioritaria richiede l’aumento delle entrate statali, il miglioramento della qualità della spesa e il contenimento dei rischi fiscali derivanti dalle imprese statali, dai partenariati pubblico-privato e dai governi locali….”, si legge nella dichiarazione.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 682 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Nigeria

Nigeria, 200 Milioni dalla della Banca Mondiale per lo sviluppo di Lagos

Il governo della Nigeria ha approvato un prestito di $ 200 milioni di dollari, erogato da da un’agenzia della Banca Mondiale per lo sviluppo delle infrastrutture nello stato di Lagos,

Economia

Africa orientale- Africa orientale, un peggioramento nella valutazione degli investitori

Tutti i paesi dell’Africa orientale hanno registrato nell’ultimo anno un clima meno attraente per gli investimenti e un aumento dei rischi. L’indice Africa Risk and Reward Index 2020, pubblicato dalla

Somalia

La Somalia rilascia le prime due licenze a due banche straniere dal 1970

La Banca Centrale della Somalia (CBS) ha autorizzato i primi due istituti di credito stranieri dal 1970. Il Governatore della Banca Centrale Abdirahman Mohamed Abdullahi ha dichiarato che la Banque