Mwinyi difende l’assegnazione del contratto aeroportuale alla società di Dubai

Mwinyi difende l’assegnazione del contratto aeroportuale alla società di Dubai

Mwinyi difende l’assegnazione del contratto aeroportuale alla società di Dubai
Dar es Salaam. Il Presidente di Zanzibar Hussein Mwinyi ha difeso ieri la decisione di assegnare a Dubai National Air Travel Agency (Dnata) un contratto per gestire i servizi di assistenza a terra presso il Terminal 3 dell’Aeroporto Internazionale Abeid Amani Karume, affermando che sono stati seguiti tutti i processi previsti.Parlando durante un briefing con la stampa presso la Zanzibar State House, il Dr. Mwinyi ha detto che la decisione di scegliere Dnata è stata attentamente ponderata, dato che l’economia di Zanzibar dipende dal turismo, quindi era necessaria un’azienda con una comprovata esperienza.

“Abbiamo speso molto denaro per appaltare il Terminal Tre, quasi 120 milioni di dollari. Quindi, se i servizi rimangono invariati, cosa avremo fatto mantenendo i servizi invariati dopo aver speso una tale somma?”, ha chiesto.

Secondo lui, le affermazioni secondo cui l’azienda avrebbe ottenuto il contratto senza una gara d’appalto pubblica sono prive di fondamento, perché le aziende coinvolte erano quattro, tra cui l’Autorità Aeroportuale dell’Oman, Vinci Airports dall’Italia e Celebi Aviation dalla Turchia.

Le abbiamo sottoposte a un team di negoziazione governativo che le ha esaminate per diversi mesi e alla fine hanno raccomandato Dnata perché ci avrebbe garantito entrate migliori”. Attualmente chi gestisce gli aeroporti paga solo l’8 percento, mentre Dnata si è impegnata a pagare il 12 percento”, ha detto il dottor Mwinyi.

Ha detto che l’esperienza di Dnata nella gestione di aeroporti come quello di Dubai è stata una delle ragioni principali per cui è stato assegnato il contratto, perché volevamo che il Terminal 3 avesse servizi moderni. “Mettiamo gli interessi nazionali al primo posto, perché i nostri operatori locali non hanno la capacità di gestire questo tipo di attività”.

Nel novembre 2021, Dnata ha firmato un contratto con le autorità di Zanzibar per fornire servizi di assistenza a terra presso il nuovo Terminal 3 dell’Aeroporto Internazionale Abeid Amani Kurume. Come parte del contratto, altre due filiali di Emirates, Emirates Leisure Retail e MMI, gestiranno tutti i 13 rivenditori e le due lounge del terminal. I rivenditori includono ristoranti, duty free e punti vendita commerciali.

Tuttavia, sebbene il Presidente abbia insistito sul fatto che sono state prese in considerazione tutte le procedure corrette, compresa la licenza che la società ha ottenuto il 2 giugno, dopo la firma del contratto avvenuta il 24 novembre 2021, non ha dichiarato se la società abbia soddisfatto i requisiti normativi per operare come operatore di terra.

La settimana scorsa, l’Autorità per l’Aviazione della Tanzania (TCAA) aveva avvertito che l’azienda avrebbe dovuto interrompere qualsiasi forma di promozione non prima di aver raggiunto e approvato un accordo di concessione da parte dell’autorità di regolamentazione.

Secondo la TCAA, il processo richiede una gara d’appalto per tutti i potenziali investitori, prima che venga scelto il migliore e poi approvato dall’autorità di regolamentazione. Gli ultimi sviluppi mostrano che il 28 giugno la società ha indetto una gara d’appalto per la costruzione di strutture di supporto, tra cui un’officina permanente presso l’aeroporto di Zanzibar, e gli offerenti hanno tempo fino al 14 luglio per presentare la loro offerta al gestore delle infrastrutture.

I documenti che Il Cittadino ha visionato in merito alla gara d’appalto mostrano che il progetto consiste in aree e strutture su 2.730 metri quadrati di officina di attrezzature di supporto a terra e uffici, negozi e servizi di utilità associati. In un’e-mail inviata ieri a Il Cittadino dal portavoce di Dnata, l’azienda ha fatto eco alla dichiarazione del Presidente, insistendo sul fatto di aver soddisfatto tutti i requisiti normativi.

“Dnata Zanzibar ha seguito il processo stabilito e i relativi regolamenti emessi da TCAA e dall’Autorità aeroportuale di Zanzibar (ZAA) applicabili alla concessione di assistenza a terra e alla relativa licenza. Dnata Zanzibar ha inoltre soddisfatto tutti i requisiti di sicurezza necessari per svolgere costantemente operazioni sicure e di alta qualità presso l’aeroporto di Zanzibar”.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 682 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Gabon

Gabon, 200 Milioni di dollari per un nuovo porto e autostrade

Il Gabon ha firmato accordi con la Banca per lo Sviluppo degli Stati dell’Africa centrale (BDEAC) finanziare due grandi progetti infrastrutturali per un totale di più di 200 milioni di $.

Africa Orientale

Kenya, Londra finanzia 10.000 case verdi e sostiene la mobilità elettrica

A margine della visita di lavoro di tre giorni del presidente keniota Uhuru Kenyatta a Londra il 27 luglio 2021, il governo britannico annuncia una serie di investimenti in diversi

Economia

Etiopia: studio di fattibilità per il collegamento ferroviario Etiopia-Sudan

Il Consiglio di amministrazione della Banca africana di sviluppo ha approvato una sovvenzione di 1,2 milioni di dollari al governo etiope per finanziare uno studio di fattibilità relativo a un