Nigeria, il governo pensa al nucleare

Nigeria, il governo pensa al nucleare

Con il deficit energetico in Nigeria che si avvicina a 4 GW, al Governo Federale, attraverso il Ministero della Scienza e della Tecnologia, è stata presentata una possibilità per la costruzione di centrali nucleari nel Paese, nel tentativo di far fronte alla carenza energetica.

L’accordo è stato proposto da Peter Ikenga, il capo degli affari di Transcorp Energy Limited, una filiale di Transnational Corporation of Nigeria, uno dei principali produttori di energia del paese, durante un incontro con il Ministro della Scienza e Tecnologia, Dr. Ogbonnaya Onu

Collaborazione con il governo federale
Ikenga ha detto che Transcorp Energy stava cercando di collaborare con il Governo Federale, attraverso il Ministero Federale della Scienza e Tecnologia, per sviluppare centrali nucleari come fonte di energia alternativa nel paese, utilizzando il modello OPEN100.

Quest’ultimo è il primo modello open-source al mondo per lo sviluppo di centrali nucleari per un piccolo reattore ad acqua pressurizzata standard. Offre agli sviluppatori tutto, da un’interfaccia web per visualizzare la progettazione di impianti e componenti, a studi sui costi e piani di costruzione con l’obiettivo di accelerare lo spiegamento di centrali nucleari modulari.

Un progetto trasformativo e primo nel suo genere
Questo progetto, secondo il ministro, è trasformativo e primo nel suo genere in Nigeria.

Ha detto che cambierà radicalmente il modo in cui si dispiegano le centrali nucleari, offrendo una soluzione energetica sostanzialmente meno costosa e meno complicata. Aggiungendo che fornirà anche al paese una fonte di energia affidabile e sostenibile, senza le sfide che impediscono una generazione di energia stabile e affidabile.

Onu ha ribadito l’impegno del governo a promuovere l’applicazione della scienza, della tecnologia e dell’innovazione in Nigeria, in linea con l’ordine esecutivo n. 5 del governo federale, e ha anche apprezzato Transcorp per l’uso delle sue soluzioni innovative per soddisfare i bisogni di infrastrutture energetiche della Nigeria.

About author

Cristiano Volpi
Cristiano Volpi 585 posts

Appassionato di economia, politica e geopolitica, ho deciso di creare questo sito per mostrare una diversa faccia dell'africa, un continente pieno di opportunità di business e di investimento, un continente in continuo cambiamento.

View all posts by this author →

You might also like

Energia

Etiopia: GERD, il riempimento unilaterale di luglio minaccia la sicurezza del Sudan

Dopo una prima fase di riempimento della diga nel luglio 2020 senza ottenere un accordo, l’Etiopia si prepara con ogni probabilità a continuare il processo il prossimo luglio, quando si

Economia

Moratti, Sace e Fondazione E4Impact: Investire Nelle Filiere Agro-Industriali In Africa

Nel nuovo contesto di sviluppo degli interscambi tra Italia e Paesi africani, favorito dalle recenti missioni governative nel continente africano, si è tenuto a Lodi un incontro per verificare come

Angola

Il dentale in Africa: prospettive e strategie

Il 5 novembre nella sede milanese di UNIDI è stata presentata la ricerca di mercato sul settore dentale in Africa. La ricerca, commissiona da ICE e condotta da Rödl & Partners